Il “Mattei” di Conselve incontra l’Europa

Si chiama “Cuore, mente, occhi, ali tese all’Europa che cresce” lo slogan che l’istituto “Enrico Mattei” di Conselve si è dato per affrontare con nuovo slancio l’anno scolastico. Non uno, ma ben tre progetti vedranno in diverse vesti gli alunni e i docenti dell’istituto conselvano cimentarsi in attività dove saranno coinvolti insieme a numerose scuole in tutta Europa. Lo scopo principale è quello di creare tra i giovani uno spirito di confronto e di dialogo tra la dimensione locale e quella di altri paesi europei portandoli, da un lato a comprendere ed appropriarsi delle loro radici locali e nazionali dall’altra proiettandoli verso una realtà più vasta come quella europea.
I progetti che saranno coordinati dalla prof.ssa Mara Marsilio e che vedranno la partecipazione di un nutrito gruppo di insegnanti e studenti dei vari indirizzi della scuola, fondano la loro forza su due importanti esperienze che hanno già visto impegnato l’istituto in precedenza. Si tratta, da un lato, dei rapporti nati con il Liceo Leahl di Jaszbereny, in Ungheria, con il quale il comune di Conselve è ormai gemellato da quasi vent’anni, dall’altro di un progetto Comenius finanziato dalla Comunità europea e che vede ancora il Comune impegnato a fianco della scuola, dal titolo ” European Education with Information and Communication Technologies”; quest’ultimo in particolare vede l’Istituto affiancato da altre otto scuole europee: Bulgaria, Grecia, Spagna, Lituania, Slovacchia, Turchia, Ungheria e Repubblica Ceca.
L’ambizioso percorso proposto è quello di partire dalla ricostruzione della storia del gemellaggio che fa parte della storia locale per acquisire la consapevolezza di come siano nati nuovi vincoli di amicizia e collaborazione già da molti anni tra le realtà locali e quelle europee, passando poi a collaborare con le scuole legate al progetto Comenius con l’obiettivo principe di realizzare percorsi multidisciplinari condivisi, principalmente in lingua inglese, ma non solo, utilizzabili da tutti i partners per costruire una comune identità europea. In questo contesto sono previsti alcuni spostamenti di alunni e insegnanti in alcune delle scuole partners durante i due anni del progetto che permetteranno di condividere il lavoro compiuto oltre che stabilire nuovi legami con realtà nuove. L’ultimo tassello dell’ambizioso quadro sarà la realizzazione di una visita, promossa anche per interessamento dell’onorevole Iles Traghetto e dell’amministrazione comunale di Conselve, di due classi quinte dell’indirizzo commerciale e tecnologico al Parlamento Europeo di Strasburgo, dove i nostri studenti potranno visitare i luoghi della politica europea.

CRISTINA LAZZARIN

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento