Parte la costruzione del sottopasso nella stazione di Maerne

Una data storica quella dell’8 novembre scorso, giorno in cui è stata posata la prima pietra del sottopasso su via Circonvallazione a Noale. L’intervento consentirà di eliminare un passaggio a livello che già oggi costituisce un forte ostacolo al traffico su strada, con il formarsi di lunghe code lungo la provinciale ad ogni chiusura delle barriere ferroviare. La provinciale 36 è via preferenziale di collegamento tra centri rilevanti dell’entroterra veneziano ed è direttamente collegata alla regionale 245 Castellana. Con la prossima entrata in funzione del Sistema ferroviario metropolitano regionale, che prevede più frequenti passaggi di convogli ferroviari, le soste forzate sarebbero destinate ad aggravarsi ancora. Il passaggio a livello sarà sostituito da due opere di attraversamento ferroviario: una, realizzata in corrispondenza dell’attuale provinciale e adibita al solo transito veicolare e l’altra, destinata ai pedoni e ai ciclisti, che sorgerà circa 150 metri più a Est. A Nord e a Sud di via Circonvallazione sorgeranno due rotatorie. Per garantire l’accessibilità alle abitazioni e ai negozi esistenti e al nuovo parcheggio della metropolitana di superficie, all’esterno delle due rampe di accesso al sottopasso veicolare saranno realizzate due controstrade con circolazione a senso unico. L’intervento di ristrutturazione della stazione di Maerne comporterà invece l’adeguamento agli standard previsti dal metrò di superficie, col rialzo delle banchine esistenti, pensiline rampe coperte di accesso al sottopasso, nuovi accessi alla stazione e un parcheggio scambiatore da 432 posti a Sud della stazione e uno da 50 posti auto a Nord. Il sottopasso stradale avrà un’altezza di 5 metri e 30 centimetri e una sezione di 9 metri, con una corsia a 3,5 metri per senso di marcia, banchine laterali e un marciapiede di servizi. Il sottopasso ciclopedonale sarà largo, invece, 4 metri e mezzo: 3 metri per la pista ciclabile e un metro e mezzo per il marciapiede, con un’altezza utile di 3 metri e mezzo. I lavori saranno terminati in circa 25 mesi, ovvero a fine 2010, mentre l’importo totale delle opere ammonta a 17 milioni 850 mila euro. Durante i lavori, il traffico sarà trasferito su una viabilità provvisoria a Ovest della provinciale, con la costruzione di un passaggio a livello temporaneo vicino l’attraversamento della linea ferroviaria. Da primavera, infatti, sarà chiusa parte di via Circonvallazione e si transiterà nel by-pass dietro all’azienda Pometon. I mezzi diretti a Spinea dovranno imboccare via Toniolo, percorrere la bretella e ritornare sulla provinciale. Chi dovrà raggiungere Martellago, farà il percorso inverso ma con uscita via I Maggio. Sono previsti, poi, dei particolari accessi alle attività della zona industriale, per limitare il più possibile i loro disagi. «E’ una giornata storica, si sta realizzando un sogno. Ora vogliamo rapidità e rispetto dei tempi. Bisogna fare presto». Commentano così, all’unisono, il sindaco di Martellago Giovanni Brunello e quello di Spinea Claudio Tessari mentre l’assessore regionale alla Viabilità Renato Chisso «bisogna portare pazienza al massimo per altri due anni ma sono sicuro che faremo anche prima. Siamo orgogliosi di essere i politici del fare che con la costruzione delle opere, cercano di dare risposte concrete ai sacrifici dei cittadini che pagano le tasse e hanno fiducia nelle istituzioni»

ALESSANDRO RAGAZZO

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento