“Troppi pasti ipercalorici creano obesità”

di Alessandro Abbadir
“I problemi di alimentazione non si verificano da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale”. Parafrasando un vecchio detto il dottor Paolo Pallini, Specialista della Nutrizione dell’ Asl 12 di Mestre e Venezia vuol mettere in guardia chi trasgredisce tutto l’anno una corretta alimentazione, con una dieta ipercalorica, per poi trattenersi durante le feste di dicembre.
“In questi ultimi anni — spiega il dottor Pallini — abbiamo assistito anche in provincia di Venezia ad un aumento vertiginoso di casi di soprappeso e di grandi e grandissimi obesi. Sempre più però i casi emergono grazie ad un aumento di sensibilizzazione da parte delle scuole e delle famiglie“. Non sono solo le donne o le ragazze però a denunciare il problema. Sempre più a rivolgersi agli specialisti della nutrizione sono anche dei giovani di 20, 30 e fino ai 40 anni che si rendono conto di essere ingrassati troppo. La causa principale di persone fuori forma è la mancanza di attività fisica.
”Al giorno d’oggi dice Pallini — ci sono troppe attività sedentarie e la gente non ha più la volontà di fare esercizio fisico. Per fare le scale, ci sono le scale mobili , per salire al 4° piano l’ascensore. Per muoversi di 300- 400 metri si prende l’auto”. In queste condizioni e spinti in continuazione dai messaggi pubblicitari, spiega il medico, troppe persone mangiano troppo durante l’anno e poi pretendono di essere in forma per l’estate. Ma ci sono dei casi in cui bisogna intervenire chirurgicamente. Si tratta dei grandi obesi”. Molte persone si rendono conto quando superano i 110 chili — di rischiare la vita e a questo punto insieme decidiamo quale strategia adottare per ridurre il peso. A volte come estrema soluzione si opta per l’intervento chirurgico che però successivamente condiziona la in qualche modo lo stile di vita“. Intanto però qualche consiglio su cosa mangiare arriva. “Resta privilegiata — dice il dottor Pallini — la dieta mediterranea che è fatta di tanta frutta, pasta, verdura come, pomodori, poca carne e qualche volta pesce. Oggi invece si assiste a qualsiasi latitudine del nostro paese al consumo di pasti ipercalorici a baste di carne. Si abusano dolciumi e anche l’alcool come birra e vino se consumati in quantità eccessiva contribuiscono ad aumentare il peso.
Il medico invita comunque a rivolgersi all’Asl di Mestre — Venezia se si avessero disturbi dell’alimentazione evidenti. Gli ambulatori sono aperti tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Info te 041 – 2608885.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

“Troppi pasti ipercalorici creano obesità”

di Alessandro Abbadir
“I problemi di alimentazione non si verificano da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale”. Parafrasando un vecchio detto il dottor Paolo Pallini, Specialista della Nutrizione dell’ Asl 12 di Mestre e Venezia vuol mettere in guardia chi trasgredisce tutto l’anno una corretta alimentazione, con una dieta ipercalorica, per poi trattenersi durante le feste di dicembre.
“In questi ultimi anni — spiega il dottor Pallini — abbiamo assistito anche in provincia di Venezia ad un aumento vertiginoso di casi di soprappeso e di grandi e grandissimi obesi. Sempre più però i casi emergono grazie ad un aumento di sensibilizzazione da parte delle scuole e delle famiglie“. Non sono solo le donne o le ragazze però a denunciare il problema. Sempre più a rivolgersi agli specialisti della nutrizione sono anche dei giovani di 20, 30 e fino ai 40 anni che si rendono conto di essere ingrassati troppo. La causa principale di persone fuori forma è la mancanza di attività fisica.
”Al giorno d’oggi dice Pallini — ci sono troppe attività sedentarie e la gente non ha più la volontà di fare esercizio fisico. Per fare le scale, ci sono le scale mobili , per salire al 4° piano l’ascensore. Per muoversi di 300- 400 metri si prende l’auto”. In queste condizioni e spinti in continuazione dai messaggi pubblicitari, spiega il medico, troppe persone mangiano troppo durante l’anno e poi pretendono di essere in forma per l’estate. Ma ci sono dei casi in cui bisogna intervenire chirurgicamente. Si tratta dei grandi obesi”. Molte persone si rendono conto quando superano i 110 chili — di rischiare la vita e a questo punto insieme decidiamo quale strategia adottare per ridurre il peso. A volte come estrema soluzione si opta per l’intervento chirurgico che però successivamente condiziona la in qualche modo lo stile di vita“. Intanto però qualche consiglio su cosa mangiare arriva. “Resta privilegiata — dice il dottor Pallini — la dieta mediterranea che è fatta di tanta frutta, pasta, verdura come, pomodori, poca carne e qualche volta pesce. Oggi invece si assiste a qualsiasi latitudine del nostro paese al consumo di pasti ipercalorici a baste di carne. Si abusano dolciumi e anche l’alcool come birra e vino se consumati in quantità eccessiva contribuiscono ad aumentare il peso.
Il medico invita comunque a rivolgersi all’Asl di Mestre — Venezia se si avessero disturbi dell’alimentazione evidenti. Gli ambulatori sono aperti tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Info te 041 – 2608885.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento