Campagna elettorale al via

In Riviera del Brenta i comuni che vanno al voto sono tre: Camponogara, Stra e Fossò. In tutti i comuni si voterà con il turno unico. In tutti e tre i giochi sono aperti. Nel comune di Camponogara la formazione che ha sostenuto per due mandati il sindaco Desiderio Fogarin cerca un successore.
A Camponogara la situazione è anomale. Tutte le forze politiche cercano l’appoggio della Lega Nord. Ma la lista che ha appoggiato Fogarin, che è stato per decenni militante Pci e poi Ds per 10 anni, ha al suo interno diverse anime. Primo fra tutti una grossa fetta di elettori orientata verso il Pd. L’ala sinistra della civica rappresentata dall’attuale assessore allo Sport Pasquale Chirico, sarebbe pronta ad appoggiare anche un accordo con il centrosinistra. Verso il centrodestra invece va l’altro assessore della giunta Fogarin, Danilo Ferrari. La Sinistra di Rosalia Tassetto si presenterà con nomi conosciuti mentre il Pd è alle prese con una frattura interna. Il circolo camponogarese non ha tesserato infatti ranco Ferrari, già candidato per il centrosinistra alle ultime elezioni.
A Fossò la situazione resta fluida. Il sindaco uscente Guido Carraro punta a fare il bis, ma in scena proprio come candidato sindaco potrebbe tornare con una lista di centro Luciano Compagno ora consigliere provinciale. Pesa su questa scelta la decisione della Lega Nord che sarà data nei prossimi mesi.
Su tutte queste elezioni pesano temi locali e soprattutto viari come la camionabile lungo l’asse idroviario, la battaglia per la costruzione del nuovo distretto sanitario tra il comune di Camponogara e quello di Fossò e la crisi economica con ricadute a livello locale, in special modo nel settore calzaturiero, dove da ottobre a dicembre sono finiti in cassa integrazione ben 1.500 dipendenti.
A Stra la situazione è complessa. Il Comune è commissariato a causa del voto contrario dato sul bilancio al sindaco Ernestino Canton mesi fa. Intanto proprio la lista Progetto civico di centrodestra si ripresenta: “Si tratta – spiegano i sottoscrittori della lista in una nota – di un progetto civico che vuole raccogliere attorno a se tutti coloro che vogliono lavorare per costituire un’amministrazione che ponga in primo piano il cittadino e le sue necessità creando un senso di comunità che è alla base di ogni buona azione amministrativa”. Al gruppo hanno aderito l’ex sindaco Ernestino Canton e gli ex assessori Pino Cavallin, Elsa Conton, Nando Stefani e Claudio Marcato.
Intanto si è presentata da qualche settimana anche una nuova associazione che potrebbe dare il suo appoggio a liste o candidati: “Stra da fare”, un’associazione di impegno comune per il futuro di Stra. Una trentina gli aderenti: si tratta di Paolo Argenton, Caterina Cacciavillani, Stefania De Toni, Luisa Favero, Mario Ferraresso, Gianni Fila, Ottorino Marcato, John Rakas, Alessandra Righetto, Tiziana Rinaldi, Eugenio Rollo, Daniela Salmaso, Luciana Salmaso, Filippo Schiavon. Che in linea di massima potrebbero appoggiare candidati o liste che condividessero in vista delle amministrative 2009 i valori e le finalità dell’associazione. Il portavoce è Eugenio Rollo. La lista per orientamento è vicina a tematiche aggregative e ambientaliste.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Campagna elettorale al via

In Riviera del Brenta i comuni che vanno al voto sono tre: Camponogara, Stra e Fossò. In tutti i comuni si voterà con il turno unico. In tutti e tre i giochi sono aperti. Nel comune di Camponogara la formazione che ha sostenuto per due mandati il sindaco Desiderio Fogarin cerca un successore.
A Camponogara la situazione è anomale. Tutte le forze politiche cercano l’appoggio della Lega Nord. Ma la lista che ha appoggiato Fogarin, che è stato per decenni militante Pci e poi Ds per 10 anni, ha al suo interno diverse anime. Primo fra tutti una grossa fetta di elettori orientata verso il Pd. L’ala sinistra della civica rappresentata dall’attuale assessore allo Sport Pasquale Chirico, sarebbe pronta ad appoggiare anche un accordo con il centrosinistra. Verso il centrodestra invece va l’altro assessore della giunta Fogarin, Danilo Ferrari. La Sinistra di Rosalia Tassetto si presenterà con nomi conosciuti mentre il Pd è alle prese con una frattura interna. Il circolo camponogarese non ha tesserato infatti ranco Ferrari, già candidato per il centrosinistra alle ultime elezioni.
A Fossò la situazione resta fluida. Il sindaco uscente Guido Carraro punta a fare il bis, ma in scena proprio come candidato sindaco potrebbe tornare con una lista di centro Luciano Compagno ora consigliere provinciale. Pesa su questa scelta la decisione della Lega Nord che sarà data nei prossimi mesi.
Su tutte queste elezioni pesano temi locali e soprattutto viari come la camionabile lungo l’asse idroviario, la battaglia per la costruzione del nuovo distretto sanitario tra il comune di Camponogara e quello di Fossò e la crisi economica con ricadute a livello locale, in special modo nel settore calzaturiero, dove da ottobre a dicembre sono finiti in cassa integrazione ben 1.500 dipendenti.
A Stra la situazione è complessa. Il Comune è commissariato a causa del voto contrario dato sul bilancio al sindaco Ernestino Canton mesi fa. Intanto proprio la lista Progetto civico di centrodestra si ripresenta: “Si tratta – spiegano i sottoscrittori della lista in una nota – di un progetto civico che vuole raccogliere attorno a se tutti coloro che vogliono lavorare per costituire un’amministrazione che ponga in primo piano il cittadino e le sue necessità creando un senso di comunità che è alla base di ogni buona azione amministrativa”. Al gruppo hanno aderito l’ex sindaco Ernestino Canton e gli ex assessori Pino Cavallin, Elsa Conton, Nando Stefani e Claudio Marcato.
Intanto si è presentata da qualche settimana anche una nuova associazione che potrebbe dare il suo appoggio a liste o candidati: “Stra da fare”, un’associazione di impegno comune per il futuro di Stra. Una trentina gli aderenti: si tratta di Paolo Argenton, Caterina Cacciavillani, Stefania De Toni, Luisa Favero, Mario Ferraresso, Gianni Fila, Ottorino Marcato, John Rakas, Alessandra Righetto, Tiziana Rinaldi, Eugenio Rollo, Daniela Salmaso, Luciana Salmaso, Filippo Schiavon. Che in linea di massima potrebbero appoggiare candidati o liste che condividessero in vista delle amministrative 2009 i valori e le finalità dell’associazione. Il portavoce è Eugenio Rollo. La lista per orientamento è vicina a tematiche aggregative e ambientaliste.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Campagna elettorale al via

In Riviera del Brenta i comuni che vanno al voto sono tre: Camponogara, Stra e Fossò. In tutti i comuni si voterà con il turno unico. In tutti e tre i giochi sono aperti. Nel comune di Camponogara la formazione che ha sostenuto per due mandati il sindaco Desiderio Fogarin cerca un successore.
A Camponogara la situazione è anomale. Tutte le forze politiche cercano l’appoggio della Lega Nord. Ma la lista che ha appoggiato Fogarin, che è stato per decenni militante Pci e poi Ds per 10 anni, ha al suo interno diverse anime. Primo fra tutti una grossa fetta di elettori orientata verso il Pd. L’ala sinistra della civica rappresentata dall’attuale assessore allo Sport Pasquale Chirico, sarebbe pronta ad appoggiare anche un accordo con il centrosinistra. Verso il centrodestra invece va l’altro assessore della giunta Fogarin, Danilo Ferrari. La Sinistra di Rosalia Tassetto si presenterà con nomi conosciuti mentre il Pd è alle prese con una frattura interna. Il circolo camponogarese non ha tesserato infatti ranco Ferrari, già candidato per il centrosinistra alle ultime elezioni.
A Fossò la situazione resta fluida. Il sindaco uscente Guido Carraro punta a fare il bis, ma in scena proprio come candidato sindaco potrebbe tornare con una lista di centro Luciano Compagno ora consigliere provinciale. Pesa su questa scelta la decisione della Lega Nord che sarà data nei prossimi mesi.
Su tutte queste elezioni pesano temi locali e soprattutto viari come la camionabile lungo l’asse idroviario, la battaglia per la costruzione del nuovo distretto sanitario tra il comune di Camponogara e quello di Fossò e la crisi economica con ricadute a livello locale, in special modo nel settore calzaturiero, dove da ottobre a dicembre sono finiti in cassa integrazione ben 1.500 dipendenti.
A Stra la situazione è complessa. Il Comune è commissariato a causa del voto contrario dato sul bilancio al sindaco Ernestino Canton mesi fa. Intanto proprio la lista Progetto civico di centrodestra si ripresenta: “Si tratta – spiegano i sottoscrittori della lista in una nota – di un progetto civico che vuole raccogliere attorno a se tutti coloro che vogliono lavorare per costituire un’amministrazione che ponga in primo piano il cittadino e le sue necessità creando un senso di comunità che è alla base di ogni buona azione amministrativa”. Al gruppo hanno aderito l’ex sindaco Ernestino Canton e gli ex assessori Pino Cavallin, Elsa Conton, Nando Stefani e Claudio Marcato.
Intanto si è presentata da qualche settimana anche una nuova associazione che potrebbe dare il suo appoggio a liste o candidati: “Stra da fare”, un’associazione di impegno comune per il futuro di Stra. Una trentina gli aderenti: si tratta di Paolo Argenton, Caterina Cacciavillani, Stefania De Toni, Luisa Favero, Mario Ferraresso, Gianni Fila, Ottorino Marcato, John Rakas, Alessandra Righetto, Tiziana Rinaldi, Eugenio Rollo, Daniela Salmaso, Luciana Salmaso, Filippo Schiavon. Che in linea di massima potrebbero appoggiare candidati o liste che condividessero in vista delle amministrative 2009 i valori e le finalità dell’associazione. Il portavoce è Eugenio Rollo. La lista per orientamento è vicina a tematiche aggregative e ambientaliste.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Campagna elettorale al via

In Riviera del Brenta i comuni che vanno al voto sono tre: Camponogara, Stra e Fossò. In tutti i comuni si voterà con il turno unico. In tutti e tre i giochi sono aperti. Nel comune di Camponogara la formazione che ha sostenuto per due mandati il sindaco Desiderio Fogarin cerca un successore.
A Camponogara la situazione è anomale. Tutte le forze politiche cercano l’appoggio della Lega Nord. Ma la lista che ha appoggiato Fogarin, che è stato per decenni militante Pci e poi Ds per 10 anni, ha al suo interno diverse anime. Primo fra tutti una grossa fetta di elettori orientata verso il Pd. L’ala sinistra della civica rappresentata dall’attuale assessore allo Sport Pasquale Chirico, sarebbe pronta ad appoggiare anche un accordo con il centrosinistra. Verso il centrodestra invece va l’altro assessore della giunta Fogarin, Danilo Ferrari. La Sinistra di Rosalia Tassetto si presenterà con nomi conosciuti mentre il Pd è alle prese con una frattura interna. Il circolo camponogarese non ha tesserato infatti ranco Ferrari, già candidato per il centrosinistra alle ultime elezioni.
A Fossò la situazione resta fluida. Il sindaco uscente Guido Carraro punta a fare il bis, ma in scena proprio come candidato sindaco potrebbe tornare con una lista di centro Luciano Compagno ora consigliere provinciale. Pesa su questa scelta la decisione della Lega Nord che sarà data nei prossimi mesi.
Su tutte queste elezioni pesano temi locali e soprattutto viari come la camionabile lungo l’asse idroviario, la battaglia per la costruzione del nuovo distretto sanitario tra il comune di Camponogara e quello di Fossò e la crisi economica con ricadute a livello locale, in special modo nel settore calzaturiero, dove da ottobre a dicembre sono finiti in cassa integrazione ben 1.500 dipendenti.
A Stra la situazione è complessa. Il Comune è commissariato a causa del voto contrario dato sul bilancio al sindaco Ernestino Canton mesi fa. Intanto proprio la lista Progetto civico di centrodestra si ripresenta: “Si tratta – spiegano i sottoscrittori della lista in una nota – di un progetto civico che vuole raccogliere attorno a se tutti coloro che vogliono lavorare per costituire un’amministrazione che ponga in primo piano il cittadino e le sue necessità creando un senso di comunità che è alla base di ogni buona azione amministrativa”. Al gruppo hanno aderito l’ex sindaco Ernestino Canton e gli ex assessori Pino Cavallin, Elsa Conton, Nando Stefani e Claudio Marcato.
Intanto si è presentata da qualche settimana anche una nuova associazione che potrebbe dare il suo appoggio a liste o candidati: “Stra da fare”, un’associazione di impegno comune per il futuro di Stra. Una trentina gli aderenti: si tratta di Paolo Argenton, Caterina Cacciavillani, Stefania De Toni, Luisa Favero, Mario Ferraresso, Gianni Fila, Ottorino Marcato, John Rakas, Alessandra Righetto, Tiziana Rinaldi, Eugenio Rollo, Daniela Salmaso, Luciana Salmaso, Filippo Schiavon. Che in linea di massima potrebbero appoggiare candidati o liste che condividessero in vista delle amministrative 2009 i valori e le finalità dell’associazione. Il portavoce è Eugenio Rollo. La lista per orientamento è vicina a tematiche aggregative e ambientaliste.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Campagna elettorale al via

In Riviera del Brenta i comuni che vanno al voto sono tre: Camponogara, Stra e Fossò. In tutti i comuni si voterà con il turno unico. In tutti e tre i giochi sono aperti. Nel comune di Camponogara la formazione che ha sostenuto per due mandati il sindaco Desiderio Fogarin cerca un successore.
A Camponogara la situazione è anomale. Tutte le forze politiche cercano l’appoggio della Lega Nord. Ma la lista che ha appoggiato Fogarin, che è stato per decenni militante Pci e poi Ds per 10 anni, ha al suo interno diverse anime. Primo fra tutti una grossa fetta di elettori orientata verso il Pd. L’ala sinistra della civica rappresentata dall’attuale assessore allo Sport Pasquale Chirico, sarebbe pronta ad appoggiare anche un accordo con il centrosinistra. Verso il centrodestra invece va l’altro assessore della giunta Fogarin, Danilo Ferrari. La Sinistra di Rosalia Tassetto si presenterà con nomi conosciuti mentre il Pd è alle prese con una frattura interna. Il circolo camponogarese non ha tesserato infatti ranco Ferrari, già candidato per il centrosinistra alle ultime elezioni.
A Fossò la situazione resta fluida. Il sindaco uscente Guido Carraro punta a fare il bis, ma in scena proprio come candidato sindaco potrebbe tornare con una lista di centro Luciano Compagno ora consigliere provinciale. Pesa su questa scelta la decisione della Lega Nord che sarà data nei prossimi mesi.
Su tutte queste elezioni pesano temi locali e soprattutto viari come la camionabile lungo l’asse idroviario, la battaglia per la costruzione del nuovo distretto sanitario tra il comune di Camponogara e quello di Fossò e la crisi economica con ricadute a livello locale, in special modo nel settore calzaturiero, dove da ottobre a dicembre sono finiti in cassa integrazione ben 1.500 dipendenti.
A Stra la situazione è complessa. Il Comune è commissariato a causa del voto contrario dato sul bilancio al sindaco Ernestino Canton mesi fa. Intanto proprio la lista Progetto civico di centrodestra si ripresenta: “Si tratta – spiegano i sottoscrittori della lista in una nota – di un progetto civico che vuole raccogliere attorno a se tutti coloro che vogliono lavorare per costituire un’amministrazione che ponga in primo piano il cittadino e le sue necessità creando un senso di comunità che è alla base di ogni buona azione amministrativa”. Al gruppo hanno aderito l’ex sindaco Ernestino Canton e gli ex assessori Pino Cavallin, Elsa Conton, Nando Stefani e Claudio Marcato.
Intanto si è presentata da qualche settimana anche una nuova associazione che potrebbe dare il suo appoggio a liste o candidati: “Stra da fare”, un’associazione di impegno comune per il futuro di Stra. Una trentina gli aderenti: si tratta di Paolo Argenton, Caterina Cacciavillani, Stefania De Toni, Luisa Favero, Mario Ferraresso, Gianni Fila, Ottorino Marcato, John Rakas, Alessandra Righetto, Tiziana Rinaldi, Eugenio Rollo, Daniela Salmaso, Luciana Salmaso, Filippo Schiavon. Che in linea di massima potrebbero appoggiare candidati o liste che condividessero in vista delle amministrative 2009 i valori e le finalità dell’associazione. Il portavoce è Eugenio Rollo. La lista per orientamento è vicina a tematiche aggregative e ambientaliste.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento