Centro a strisce bianche, gialle e blu

A breve la città di Chioggia sarà tappezzata a strisce bianche, gialle e blu. E’ questa la novità del piano parcheggi che l’amministrazione sta elaborando per far fronte all’annoso problema del parcheggio a ridosso soprattutto del centro storico. E’ proprio lì, infatti, che si concentrano le aree critiche prese quotidianamente d’assalto da coloro che cercano, invano, parcheggi gratuiti. Dopo la novità del bus navetta, che non sembra aver riscosso un buon successo tra i chioggiotti che raramente utilizzano il servizio, arriveranno a breve le strisce gialle riservate ai residenti. Queste ultime andranno posizionate nel quartiere Tombola per far fronte proprio alle continue proteste dei residenti che avevano più volte manifestato il proprio malcontento attraverso una raccolta di firme effettuata da Alessandro Penzo che si era fatto portavoce della protesta del quartiere. Dopo anni di lotte con tanto di firme raccolte si è giunti, dunque, ad una soluzione che non sembra tuttavia essere un rimedio definitivo. A fianco delle strisce gialle saranno posizionate le strisce bianche, gratuite per tutti, e le strisce blu che rimarranno a pagamento. “L’obiettivo – spiega l’ingegnere Giuseppe Boscolo Lisetto, direttore generale dell’Sst – è quello di agevolare il parcheggio dei residenti che vivono a ridosso del centro storico cercando anche di liberare quest’ultimo dal traffico continuo delle autovetture. Un passo importante è già stato effettuato liberando il centro storico dal passaggio continuo degli autobus urbani che sono stati sostituiti dai bus navetta che fanno un servizio continuo di spola tra il parcheggio situato a Borgo San Giovanni e quello dell’Isola dell’Unione”. Non è solo, comunque, il centro di Chioggia che sarà interessato da questi interventi. Anche a Sottomarina si sta pensando ad un piano parcheggi volto a regolamentare la sosta dei residenti e non.

FRANCO FABRIS

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento