Erosione, Isola Verde e Sottomarina sud le emergenze più gravi

Non è pessimista l’assessore al Demanio Beniamino Boscolo, che riconosce comunque l’importanza di avere un interlocutore certo nella questione dell’erosione delle spiagge. Come stabilito dalla delibera della Giunta regionale 2732/2008, sarà il Magistrato alle Acque, attraverso la sua longa manus, Consorzio Venezia Nuova, ad occuparsi delle nostre spiagge. All’interno del Comune sarà poi il vice sindaco Sandro Boscolo Todaro a curare in prima persona i rapporti con il Magistrato e il Consorzio, oltre che il coordinamento con la Regione. “Il problema più pressante, in questo momento, è dare delle risposte agli operatori di Isola Verde e di Sottomarina sud — ha spiegato Boscolo — A Isola Verde, soprattutto, siamo sull’orlo del rischio idraulico: le mareggiate invernali arrivano ormai a lambire le dune a protezione dell’abitato”. A Sottomarina, invece, le spiagge a soffrire di più del mutamento delle correnti, sono soprattutto quelle dei camping Miramare e Internazionale, dove è venuto a crearsi un cuneo di erosione evidente rispetto al resto della spiaggia. I concessionari dell’area hanno chiesto quindi di prelevare la sabbia dalla zona della diga, dove invece si deposita continuamente, ma la legge regionale impone che il prelievo da altre aree dell’arenile non superi i 5000 mc, del tutto insufficienti per arginare il problema. Bisognerà quindi attendere, anche in questo caso, gli esiti degli studi sui giacimenti a mare, per portare avanti quell’azione decisiva che potrebbe salvare la prossima stagione turistica.

MARTA BOSCOLO

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento