Il centrosinistra vuole confermare Anna Berto

Ornella Jovane

Amministrative a Cona, lavori in corso. Il centrosinistra decide di premiare il sindaco in carica, “l’impegno e il grande lavoro svolto in questi anni”, proponendo per la seconda volta la candidatura di Anna Berto alla carica di primo cittadino. “Abbiamo superato insieme, soprattutto nei primi due anni, grossi problemi — ricorda l’assessore Antonio Bottin del Pd — quali l’uscita dall’unione dei comuni di Pontelongo e Codevigo, le problematiche relative all’edilizia privata, senza dimenticare le varie problematiche ambientali del nostro territorio”.
Il primo sindaco donna di Cona si è trovata infatti a gestire la difficile questione della salvaguardia e della tutela ambientale, in primo piano l’iter per la realizzazione di un impianto di compostaggio della zona a sud di Venezia e, collegata, la battaglia per scongiurare la realizzazione della centrale a turbogas a Cantarana. Due questioni del resto ancora aperte.
Il portavoce del Pd, sottolinea “l’attenzione in questa legislatura dedicata ai cittadini più deboli, agli anziani, alla scuola e poi alla Protezione civile e alle movimentate vicende dell’Asl 14” e ribadisce l’importanza di aver mantenuto i rapporti politici sia con la Provincia che con la Regione. Non commenta per il momento il sindaco.
Aveva rappresentato la novità nel panorama politico locale alla precedente tornata elettorale, il Comitato 18 luglio, nato per battersi “contro gli ecomostri” e che con il suo presidente di allora Roberto Curto aveva deciso di mettersi a disposizione della cittadinanza per affrontare in veste ufficiale i problemi della città. “Ci stiamo organizzando — afferma il presidente Enzo Pinton — ma per ora non siamo in grado di dire nulla. Potrebbe esserci, anche per questa tornata elettorale una lista civica, con un candidato sindaco, che rappresenti la cittadinanza, ma per ora è tutto da valutare”. In fase di riflessione e organizzazione anche il centrodestra.
“In generale, è un panorama, al momento, piatto – ha commentato un po’ deluso l’imprenditore Loredano Grande che come referente di Confindustria per Cona era stato incaricato di monitorare la situazione per individuare un’area politica con cui dialogare e che si facesse portavoce delle istanze politiche del mondo imprenditoriale locale -, abbiamo cercato un interlocutore ma senza successo. Chiediamo alla politica locale un segnale di attenzione”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento