Mancano i programmi e si litiga sui nomi

di Raffaello Morbiolo
La situazione legata alle strategie pre-elettorali, inerenti alle prossime comunali ad Adria, ha già iniziato a scaldare gli animi della scena politica. All’interno del Pdl la divisione fra il coordinatore Mauro Mainardi e il capogruppo in Consiglio Comunale di Forza Italia, Claudio Zanforlin, si è fatta sempre più accentuata.
Dopo l’annuncio di Mainardi di proporre come candidato del centrodestra adriese Massimo Barbuiani, il cielo si è aperto con un rumore fragoroso. Marco Campion di An ha cercato subito di calmare gli animi “Dobbiamo avere prudenza e serietà — ha spiegato —. Per il momento è prematuro dare importanza alle dichiarazioni sui nomi, occorre concentrarsi sulla realizzazione del programma”.
Anche An vede la candidatura di Barbuiani più una lotta interna a Fi che una scelta condivisa. Nel frattempo con un comunicato stampa Claudio Zanforlin, Daniele Ceccarello, capogruppo di An, e Luciano Garbin, vice coordinatore di Forza Italia, obiettano a questa candidatura annunciata e ricordano il lavoro svolto dai consiglieri di opposizione e il momento favorevole al centrodestra per poter vincere le elezioni. Nel comunicato si fa riferimento a “decisioni già prese” e ad una “gestione familiare della politica”, rammentando ai maggiorenti del partito che “se continuate di questo passo vi troverete da soli a gestire situazioni elitarie e solitarie”. La risposta di Barbuiani per ora è di disponibilità ma non in logica di partito.
Nel centrosinistra il passaggio dell’assessore alle Pari Opportunità Rosa Barzan all’Italia dei Valori, ha suscitato malumori tanto che una parte dello schieramento chiedeva il rimpasto. L’assessore ha precisato che “Dopo il passaggio dei Ds nel Pd ho cercato di dare il mio contributo alla nascita del nuovo partito.
Da tempo però non riesco a ritrovarmi, non trovo punti di riferimento. Mi sono avvicinata all’Idv perché ho ritrovato valori che condivido. Non ero tesserata nel Pd e ho avvisato della mia uscita, ho rimesso le deleghe al sindaco. Ricordo che l’Idv ha sostenuto con il voto il sindaco Lodo ed ha un rappresentante nella casa di riposo”.
Intanto la coordinatrice del Pd Caterina Zanetti continua a puntare sul programma e sulle linee guida per le prossime amministrative, insistendo sul confronto interno al partito e con i cittadini. Già, però si sente parlare di una candidatura possibile di Sandro Gino Spinello per le prossime politiche. Rifondazione e una parte del Pd continuano a sostenere Lodo, anche in una sua eventuale candidatura. Mentre sta nascendo “Per la Sinistra” associazione politica che pone la critica e il confronto come base per una futura ricompattazione della sinistra frammentata, ma precisa l’assessore Giovanni Ferro “Dopo le elezioni del 2009”.
La Lega per ora non si sbilancia, anche se vuole una posizione di rilievo all’interno della coalizione di centrodestra. Sicuramente questa amministrazione finirà il suo mandato perché a nessuno dei partiti conviene il suo scioglimento, causa la mancanza di compattezza e chiarezza al loro interno.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento