Pagliai, Preziosi, Servillo, una proposta per tutti

“E’ con grande soddisfazione che presentiamo la nuova stagione di prosa, che si colloca in una dimensione che mi sta a cuore. Ossia cercare di dare al pubblico spettacoli, anche con personaggi di richiamo, che portino a teatro non solo gli appassionati di lirica, ma spettatori di tutte le età”. E’ quanto ha affermato l’assessore alla Cultura Federico Frigato, in occasione della presentazione della nuova Stagione di prosa del teatro Sociale di Rovigo, avvenuta a palazzo Nodari.
“In cartellone vi sono spettacoli con artisti di grande fama — ha proseguito Frigato -, Dapporto, Pagliai, Preziosi, Servillo ed è stata anche inserita un’operetta proprio per accontentare le numerose richieste dei cittadini. L’obiettivo è avviare un percorso rivolto a portare a teatro anche chi solitamente non ci va, aprendo maggiormente i luoghi della cultura e dell’arte ai giovani e alle persone che normalmente ne sono lontani, quasi ai margini, attraverso spettacoli e produzioni che li sappiano affascinare e coinvolgere. La cultura deve essere per tutti”.
L’assessore ha infine, ringraziato Arteven, il direttore artistico Marcello Lippi e chi ha collaborato per la realizzazione della nuova stagione.
Il calendario, che prende il via il 17 gennaio fino al 17 aprile, è stato illustrato da Pierluca Donin presidente di Arteven che collabora alla realizzazione degli spettacoli.
Donin si è soffermato in particolar modo su “La base de tuto”, che in prima nazionale aprirà la stagione, su “Trilogia della villeggiatura”, definito il capolavoro della stagione “Chiunque verrà a vedere questi spettacoli — ha detto Donin -, si sentirà dentro un’opera d’arte” e su “I due gemelli veneziani”, per Donin “una chicca”. Chiuderà la stagione l’operetta “Il cavallino bianco” che vuole dare risposte alle richieste del pubblico, prendendo appassionati di operetta e anche di prosa, “perché unire le arti è sempr un atto di creatività”.
Soddisfazione anche dal direttore artistico del teatro Marcello Lippi, che ha auspicato in una forte partecipazione di pubblico.

Per informazioni Teatro Sociale di Rovigo 0425/27853-21734
Botteghino 0425/25614

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Pagliai, Preziosi, Servillo, una proposta per tutti

“E’ con grande soddisfazione che presentiamo la nuova stagione di prosa, che si colloca in una dimensione che mi sta a cuore. Ossia cercare di dare al pubblico spettacoli, anche con personaggi di richiamo, che portino a teatro non solo gli appassionati di lirica, ma spettatori di tutte le età”. E’ quanto ha affermato l’assessore alla Cultura Federico Frigato, in occasione della presentazione della nuova Stagione di prosa del teatro Sociale di Rovigo, avvenuta a palazzo Nodari.
“In cartellone vi sono spettacoli con artisti di grande fama — ha proseguito Frigato -, Dapporto, Pagliai, Preziosi, Servillo ed è stata anche inserita un’operetta proprio per accontentare le numerose richieste dei cittadini. L’obiettivo è avviare un percorso rivolto a portare a teatro anche chi solitamente non ci va, aprendo maggiormente i luoghi della cultura e dell’arte ai giovani e alle persone che normalmente ne sono lontani, quasi ai margini, attraverso spettacoli e produzioni che li sappiano affascinare e coinvolgere. La cultura deve essere per tutti”.
L’assessore ha infine, ringraziato Arteven, il direttore artistico Marcello Lippi e chi ha collaborato per la realizzazione della nuova stagione.
Il calendario, che prende il via il 17 gennaio fino al 17 aprile, è stato illustrato da Pierluca Donin presidente di Arteven che collabora alla realizzazione degli spettacoli.
Donin si è soffermato in particolar modo su “La base de tuto”, che in prima nazionale aprirà la stagione, su “Trilogia della villeggiatura”, definito il capolavoro della stagione “Chiunque verrà a vedere questi spettacoli — ha detto Donin -, si sentirà dentro un’opera d’arte” e su “I due gemelli veneziani”, per Donin “una chicca”. Chiuderà la stagione l’operetta “Il cavallino bianco” che vuole dare risposte alle richieste del pubblico, prendendo appassionati di operetta e anche di prosa, “perché unire le arti è sempr un atto di creatività”.
Soddisfazione anche dal direttore artistico del teatro Marcello Lippi, che ha auspicato in una forte partecipazione di pubblico.

Per informazioni Teatro Sociale di Rovigo 0425/27853-21734
Botteghino 0425/25614

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento