Viaggio a Norimberga per non dimenticare

di Nicola Stievano

Sono passati quasi 64 anni dal 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oswiecim (Auschwitz), scoprendo il suo campo di concentramento. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista. Il ricordo della Shoah, cioè lo sterminio del popolo ebreo, è celebrato anche da molte altre nazioni, tra cui la Germania e la Gran Bretagna, così come dall’Onu. In Italia sono ufficialmente più di 400 le persone insignite dell’alta onorificenza dei Giusti tra le Nazioni per il loro impegno a favore degli ebrei perseguitati durante l’Olocausto. Negli anni si sono moltiplicate le iniziative per ricordare questa triste data, alternando commemorazioni a viaggi storico-culturali per le nuove generazioni. A Padova sono ormai famosi “I viaggi nella storia” un’iniziativa pensata per far conoscere ai più giovani, episodi chiave dellanostra storia recente. La Storia non è più nozionismo appreso sui libri, ma esperienza vissuta e tramandata ai propri coetanei. Il prossimo viaggio è fissato per il 12-13-14-15 gennaio 2009 a Norimberga e Berlino. Di grande successo anche il concorso “Voi che vivete sicuri” giunto alla terza edizione. L’iniziativa prevede una raccolta di elaborati di scrittura e video/fotografia per studenti delle classi della scuola media superiore. L’organizzazione è curata dalla Comunità Ebraica di Padova, in collaborazione con il Comune e la Provincia. Il concorso intende favorire la diffusione di una cultura di pace attraverso lo studio e l’approfondimento, di un pensiero critico nei confronti di fatti e avvenimenti che hanno segnato tragicamente la nostra storia. Ai giovani partecipanti è chiesto di esprimere, attraverso la scrittura di un testo, la realizzazione di un video, o di fotografie, le riflessioni e le emozioni partendo dal ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico. I partecipanti dovranno presentare un elaborato di loro produzione, dattiloscritto in lingua italiana. Nel caso invece di video è necessario consegnare un elaborato con sole musiche originali in formato Vhs/Dvd. Per le foto si potranno presentare massimo 5 fotografie dimensione 10×15 cm e risoluzione 300 dpi. L’ultima data utile di consegna è fissata per venerdì 27 febbraio 2009 alle ore 13. Il primo classificato riceverà un buono acquisto del valore di 200 euro. Le opere meritevoli saranno segnalate e premiate con una dotazione di libri. L’istituto, che complessivamente darà il miglior contributo all’iniziativa, riceverà in premio una serie di pubblicazioni specialistiche sul tema. La premiazione si svolgerà nellaprimavera del 2009. Il materiale premiato sarà inoltre presentato nella Giornata della memoria del 2010 e sarà inserito tra i materiali del Museo dell’internato ignoto. Per informazioni chiamare il Progetto giovani al numero 049.8757893 oppure visitare www.padovanet.it/progettogiovani.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Viaggio a Norimberga per non dimenticare

di Nicola Stievano

Sono passati quasi 64 anni dal 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oswiecim (Auschwitz), scoprendo il suo campo di concentramento. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista. Il ricordo della Shoah, cioè lo sterminio del popolo ebreo, è celebrato anche da molte altre nazioni, tra cui la Germania e la Gran Bretagna, così come dall’Onu. In Italia sono ufficialmente più di 400 le persone insignite dell’alta onorificenza dei Giusti tra le Nazioni per il loro impegno a favore degli ebrei perseguitati durante l’Olocausto. Negli anni si sono moltiplicate le iniziative per ricordare questa triste data, alternando commemorazioni a viaggi storico-culturali per le nuove generazioni. A Padova sono ormai famosi “I viaggi nella storia” un’iniziativa pensata per far conoscere ai più giovani, episodi chiave dellanostra storia recente. La Storia non è più nozionismo appreso sui libri, ma esperienza vissuta e tramandata ai propri coetanei. Il prossimo viaggio è fissato per il 12-13-14-15 gennaio 2009 a Norimberga e Berlino. Di grande successo anche il concorso “Voi che vivete sicuri” giunto alla terza edizione. L’iniziativa prevede una raccolta di elaborati di scrittura e video/fotografia per studenti delle classi della scuola media superiore. L’organizzazione è curata dalla Comunità Ebraica di Padova, in collaborazione con il Comune e la Provincia. Il concorso intende favorire la diffusione di una cultura di pace attraverso lo studio e l’approfondimento, di un pensiero critico nei confronti di fatti e avvenimenti che hanno segnato tragicamente la nostra storia. Ai giovani partecipanti è chiesto di esprimere, attraverso la scrittura di un testo, la realizzazione di un video, o di fotografie, le riflessioni e le emozioni partendo dal ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico. I partecipanti dovranno presentare un elaborato di loro produzione, dattiloscritto in lingua italiana. Nel caso invece di video è necessario consegnare un elaborato con sole musiche originali in formato Vhs/Dvd. Per le foto si potranno presentare massimo 5 fotografie dimensione 10×15 cm e risoluzione 300 dpi. L’ultima data utile di consegna è fissata per venerdì 27 febbraio 2009 alle ore 13. Il primo classificato riceverà un buono acquisto del valore di 200 euro. Le opere meritevoli saranno segnalate e premiate con una dotazione di libri. L’istituto, che complessivamente darà il miglior contributo all’iniziativa, riceverà in premio una serie di pubblicazioni specialistiche sul tema. La premiazione si svolgerà nellaprimavera del 2009. Il materiale premiato sarà inoltre presentato nella Giornata della memoria del 2010 e sarà inserito tra i materiali del Museo dell’internato ignoto. Per informazioni chiamare il Progetto giovani al numero 049.8757893 oppure visitare www.padovanet.it/progettogiovani.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Viaggio a Norimberga per non dimenticare

di Nicola Stievano

Sono passati quasi 64 anni dal 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oswiecim (Auschwitz), scoprendo il suo campo di concentramento. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista. Il ricordo della Shoah, cioè lo sterminio del popolo ebreo, è celebrato anche da molte altre nazioni, tra cui la Germania e la Gran Bretagna, così come dall’Onu. In Italia sono ufficialmente più di 400 le persone insignite dell’alta onorificenza dei Giusti tra le Nazioni per il loro impegno a favore degli ebrei perseguitati durante l’Olocausto. Negli anni si sono moltiplicate le iniziative per ricordare questa triste data, alternando commemorazioni a viaggi storico-culturali per le nuove generazioni. A Padova sono ormai famosi “I viaggi nella storia” un’iniziativa pensata per far conoscere ai più giovani, episodi chiave dellanostra storia recente. La Storia non è più nozionismo appreso sui libri, ma esperienza vissuta e tramandata ai propri coetanei. Il prossimo viaggio è fissato per il 12-13-14-15 gennaio 2009 a Norimberga e Berlino. Di grande successo anche il concorso “Voi che vivete sicuri” giunto alla terza edizione. L’iniziativa prevede una raccolta di elaborati di scrittura e video/fotografia per studenti delle classi della scuola media superiore. L’organizzazione è curata dalla Comunità Ebraica di Padova, in collaborazione con il Comune e la Provincia. Il concorso intende favorire la diffusione di una cultura di pace attraverso lo studio e l’approfondimento, di un pensiero critico nei confronti di fatti e avvenimenti che hanno segnato tragicamente la nostra storia. Ai giovani partecipanti è chiesto di esprimere, attraverso la scrittura di un testo, la realizzazione di un video, o di fotografie, le riflessioni e le emozioni partendo dal ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico. I partecipanti dovranno presentare un elaborato di loro produzione, dattiloscritto in lingua italiana. Nel caso invece di video è necessario consegnare un elaborato con sole musiche originali in formato Vhs/Dvd. Per le foto si potranno presentare massimo 5 fotografie dimensione 10×15 cm e risoluzione 300 dpi. L’ultima data utile di consegna è fissata per venerdì 27 febbraio 2009 alle ore 13. Il primo classificato riceverà un buono acquisto del valore di 200 euro. Le opere meritevoli saranno segnalate e premiate con una dotazione di libri. L’istituto, che complessivamente darà il miglior contributo all’iniziativa, riceverà in premio una serie di pubblicazioni specialistiche sul tema. La premiazione si svolgerà nellaprimavera del 2009. Il materiale premiato sarà inoltre presentato nella Giornata della memoria del 2010 e sarà inserito tra i materiali del Museo dell’internato ignoto. Per informazioni chiamare il Progetto giovani al numero 049.8757893 oppure visitare www.padovanet.it/progettogiovani.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento