Ridimensionamento imposto dalla Regione, approvati i 5 comprensori

di Marta Boscolo
“Abbiamo avuto la necessità di un dimensionamento in senso legislativo — ha spiegato l’assessore alle Politiche educative Nicola Boscolo Pecchie — perché la Regione ci ha imposto di consegnare una proposta di deliberazione entro il 7 dicembre. Abbiamo fatto il massimo lavoro possibile stanti le condizioni, e per fortuna avevamo già avviato la riconsiderazione della rete scolastica nei mesi precedenti.
I nostri interlocutori sono i sei dirigenti scolastici e abbiamo lasciato molta autonomia. La proposta deliberata è un punto di partenza e non di arrivo. La Regione per fortuna ha accolto la nostra richiesta di dilazionare i tempi: non partiremo nel 2009 ma nell’anno scolastico 2011-12. E’ stata approvata una configurazione con 5 istituzioni, ma non vi saranno tagli al personale o chiusure di plessi. Questa amministrazione crede negli istituti onnicomprensivi, che possano seguire il ragazzo nella crescita. Abbiamo anche avviato un ulteriore provvedimento con una commissione di esperti per l’edilizia scolastica e i servizi di trasporto e refezione. Questa porterà a una nuova delibera comunale”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento