Boom di iscrizioni all’università popolare

Un’università per garantire la formazione continua. Al sedicesimo anno accademico di attività, l’Università Popolare di Spinea, con sede in via Paolo Veronese, tira un bilancio davvero soddisfacente: 200 le iscrizioni ai corsi (quasi raddoppiate rispetto agli anni precedenti) e molti eventi che coinvolgono tutta la cittadinanza.«Duecento persone hanno frequentato i corsi finora, ma le attività non sono ancora concluse: a gennaio partono infatti i nuovi corsi di cucina, di micologia, di fotografia — spiega il presidente dell’Università Popolare, Roberto Trevisan — ogni corso è tenuto da esperti o insegnanti, e si cerca di soddisfare passioni artistiche, esigenze formative o interessi culturali anche molto diversi». I corsi trattano infatti gli argomenti più veri: dalla pittura ad olio all’enologia e degustazione, dal corso di teatro e dizione allo studio delle pratiche di rilassamento e antistress, dall’esercitazione della lingua inglese all’apprendimento del cinese, ecc.«Gli iscritti hanno un’età media tra i trenta e i cinquant’anni e condividono, per passione o necessità professionali, come nel caso di chi frequenta i corsi di lingua, la volontà di avere una formazione continua. — continua il Presidente Trevisan – Ma l’università popolare organizza anche eventi aperti a tutta la cittadinanza: oltre a corsi o gite aperti a tutti, un evento molto apprezzato è quello dei mercoledì letterari, che si svolgono nella sala consigliare di Spinea. Ogni mese viene presentato al pubblico un autore delle nostre zone e il suo libro, di narrativa, poesia o saggistica, per promuovere la cultura letteraria della nostra zona. Eventi di successo, che coinvolgono molte persone».
I prossimi appuntamenti per i mercoledì letterari si terranno il 18 febbraio, con il libro Ercole e il Leone di Federico Moro, e il 25 marzo, con il Recital Poetico di Romano Pascutto. Quest’ultimo appuntamento, che introdurrà alla scoperta di un’opera in rima, servirà da ancora con il lancio dei vincitori del concorso “Stella e Antonio Norbiato”, arrivato alla XV edizione e dedicato a Stella, moglie dell’ideatore del concorso, nonché socio dell’università popolare. «Il concorso poetico coinvolge ogni anno molte persone; sono premiati i vincitori divisi in cinque sezioni: le liriche di poeti inediti, quelle di poeti affermati, le rime in vernacolo, la sezione riservata agli alunni delle scuole elementare e quella riservata a quelli delle medie. — conclude Trevisan – Gli elaborati saranno raccolti entro la fine di gennaio, consegnati alla giuria e premiati ad aprile. Si tratta di un concorso che ha avuto un buon successo nel territorio; la giuria, ad esempio, è composta da poeti che hanno partecipato come compositori ad edizioni precedenti del premio». Per informazioni sulle attività dell’Università, chiamare 041-994162 o visitare il sito www.unipopspinea.net.

Silvia Tessari

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento