Carnevale nel miranese

È arrivato febbraio e, assieme a lui, è arrivato anche il tempo del carnevale, un appuntamento imperdibile in ogni angolo del modo e, ovviamente, anche nel territorio del miranese.Ma che cos’è il carnevale? È una festa cristiana che si celebra nei giorni immediatamente precedenti alla quaresima e il suo nome deriva dal latino carmen levare (“eliminare la carne”), riferito proprio al periodo di astenenza della quaresima e indicativo del sontuoso banchetto che si usava consumare subito prima del periodo di digiuno. Ma il carattere dei festeggiamenti odierni ha radice ben più lontane di quelle cristiane: essi si rifanno, infatti, alle celebrazioni pagane tipiche delle feste antiche come le dionisiache greche o le saturnali romane, un ancestrale bisogno di scioglimento degli obblighi sociali e delle gerarchie per lasciar posto al disordine, alla dissolutezza e allo scherzo. E, infatti, a carnevale ogni scherzo vale!Come ogni anno la Pro Loco di Mirano organizza festeggiamenti e spettacoli per tutte le età, grandi e piccini, come, ad esempio, mercatini e bancarelle e la tradizionale sfilata dei carri e dei gruppi in maschera, che partirà dalla barchessa di villa Errera per girare, poi, tutto il centro città; a guidare la fila, come sempre, la Banda Cittadina vestita coi costumi tradizionali veneziani, in stile settecentesco. E quando il corteo sarà terminato, tutti in piazza per goderci il divertente concerto della Banda stessa. Un occhio sarà rivolto, come sempre, anche alle esigenze specifiche dei bimbi, con una festa di carnevale organizzata per loro, come lo scorso anno, nel patronato si s. Pio X. Ma miranese non è solo Mirano: parate, sfilate e carri d’ogni tipo percorreranno le strade affollate di Scorzè, Santa Maria di Sala, Martellago e di tutti i paesi del territorio.

N.G.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Carnevale nel miranese

È arrivato febbraio e, assieme a lui, è arrivato anche il tempo del carnevale, un appuntamento imperdibile in ogni angolo del modo e, ovviamente, anche nel territorio del miranese.Ma che cos’è il carnevale? È una festa cristiana che si celebra nei giorni immediatamente precedenti alla quaresima e il suo nome deriva dal latino carmen levare (“eliminare la carne”), riferito proprio al periodo di astenenza della quaresima e indicativo del sontuoso banchetto che si usava consumare subito prima del periodo di digiuno. Ma il carattere dei festeggiamenti odierni ha radice ben più lontane di quelle cristiane: essi si rifanno, infatti, alle celebrazioni pagane tipiche delle feste antiche come le dionisiache greche o le saturnali romane, un ancestrale bisogno di scioglimento degli obblighi sociali e delle gerarchie per lasciar posto al disordine, alla dissolutezza e allo scherzo. E, infatti, a carnevale ogni scherzo vale!Come ogni anno la Pro Loco di Mirano organizza festeggiamenti e spettacoli per tutte le età, grandi e piccini, come, ad esempio, mercatini e bancarelle e la tradizionale sfilata dei carri e dei gruppi in maschera, che partirà dalla barchessa di villa Errera per girare, poi, tutto il centro città; a guidare la fila, come sempre, la Banda Cittadina vestita coi costumi tradizionali veneziani, in stile settecentesco. E quando il corteo sarà terminato, tutti in piazza per goderci il divertente concerto della Banda stessa. Un occhio sarà rivolto, come sempre, anche alle esigenze specifiche dei bimbi, con una festa di carnevale organizzata per loro, come lo scorso anno, nel patronato si s. Pio X. Ma miranese non è solo Mirano: parate, sfilate e carri d’ogni tipo percorreranno le strade affollate di Scorzè, Santa Maria di Sala, Martellago e di tutti i paesi del territorio.
N.G.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento