Comitato “Vittime dell’Anas”

Tra tre mesi più di un centinaio di cittadini aderenti al comitato “Vittime dell’Anas” scenderà in piazza a manifestare. Lo farà davanti alla sede veneta dell’ente gestore delle strade statali, nella mattinata di venerdì 6 marzo, per dire basta agli aumenti applicati alle tasse sui passi carrai che arrivano a toccare migliaia di euro per pochi metri di passaggio.
In attesa del giorno in cui i “salassati” faranno sentire la loro voce all’ente, ma anche ai politici responsabili di una norma che legittima bollettini da capogiro, il presidente del comitato, Luciano Soffiato, non perde tempo. E annuncia: “Abbiamo promosso tre interrogazioni parlamentari con obiettivo di cambiare la legge sulle tariffe che regolano i passi carrai.
E siamo pronti con un pool di avvocati costituzionalisti per un ricorso alla corte europea. L’attenzione dei media e dei politici locali e nazionali è conseguenza della battaglia intrapresa dalla popolazione veneta contro questa legge rapina”.
Quando è nato il comitato a Codevigo, circa un anno fa, raccoglieva per la maggior parte i cittadini del comune di Codevigo e di Chioggia residenti lungo l’asse della Romea. Ma il problema, che riguarda tutti i proprietari di abitazioni e attività che hanno sbocchi sulle strade statali, ha presto destato l’attenzione di decine di altri residenti oltre i confini della provincia e anche della regione.
Grazie alla caparbietà del presidente Soffiato, il comune di Codevigo è diventato capofila nazionale per tutti gli altri territori italiani colpiti dal problema dei canoni dell’Anas sui passi carrai e sede di un euro-sportello per la tutela dei consumatori.

Federica Bertaggia

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento