Meno reati, più arresti e prevenzione

Più controlli e prevenzione, ma anche più arresti e meno reati. E’ il profilo delineato per il 2008 dalla compagnia dei Carabinieri di Chioggia, che controlla il vasto territorio che va dai comuni della provincia sud (Chioggia, Cavarzere, Cona) alla Riviera (Campolongo Maggiore, Camponogara, Campagna Lupia, Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Pianiga, Stra). Un quadro positivo che mette luce su come l’attività dei militari dell’Arma abbia contribuito in maniera evidente a restituire un territorio più sicuro.
Sono i dati a parlare. Rispetto al 2007, in cui erano finite in manette per opera dei Carabinieri 124 persone, nel 2008 si contano ben 161 arresti con un incremento del 30 per cento. Aumento che parallelamente segue il dato delle denunce in stato di libertà. Nel 2008 sono state 1387 le persone denunciate contro le 1255 del 2007. La maggior parte degli arresti, si parla di quasi il 71 per cento, è di cittadini di provenienza straniera. Fortunatamente nel 2008 i Carabinieri non sono stati costretti ad intervenire per omicidi, mentre le rapine hanno subito un calo del 20 per cento da 28 a 22. Il 50 per cento dei casi di rapina messi a segno nel 2008 sono stati risolti con la scoperta dei responsabili. Il furto rimane il reato più frequente. Anche in questo caso nel 2008 si è registrata un’incidenza minore rispetto al 2007. I furti si sono ridotti dai 3077 del 2007 ai 2416 del 2008 in flessione del 22 per cento. Aumentano invece i reati legati allo spaccio e al consumo di stupefacenti. Quest’anno sono stati 35 i delitti perseguiti e i casi di denuncia con un incremento del 35 per cento rispetto allo scorso anno in cui era 24 il numero dei delitti e delle persone denunciate. Complessivamente l’attività repressiva dei militari dell’arma ha portato alla riduzione dei reati del 10 per cento, passando dai 5491 dello scorso anno a 4980 nel 2008. Inoltre l’intensa attività investigativa ha portato alla risoluzione di ben 1415 casi, il 36 per cento in più. La Compagnia dei Carabinieri di Chioggia ha voluto inoltre aumentare sui territori di competenza l’attività preventiva. Sono stati 8533 i servizi di controllo rispetto ai 7377 dello scorso anno. Monitoraggi serrati sulle strade, che continuano ad essere macabro teatro di incidenti spesso mortali soprattutto sulla Romea che ancora una volta si aggiudica il triste primato di strada tra le più pericolose d’Italia. Le patenti ritirate per gravi infrazioni al codice della strada hanno toccato nel 2008 quota 194 rispetto alle 173 dell’anno precedente. Continua la lotta contro il fenomeno della guida sotto l’effetto dell’alcol, uno dei principali responsabili degli incidenti registrati. I controlli sono stati ferrei ed hanno portato alla denuncia di 90 persone per guida in strato di ebbrezza, il 21 per cento in meno dei casi rilevati lo scorso anno. Dal bilancio dei Carabinieri tuttavia emerge un altro dato preoccupante. Crescono infatti le denunce per guida sotto l’effetto di stupefacenti che nel 2008 sono state ben 30, con un incremento del 66%.
Giovanna Bellemo

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento