Sempre più persone faticano a pagare i mutui

Comprare casa oggi è sempre più difficile sia per i single che per le coppie giovani nonostante possano beneficiare dei mutui agevolati. A dirlo sono le associazioni di consumatori che si scagliano contro le banche rigide e refrattarie a modificare i tassi dei mutui, nonostante gli ultimi provvedimenti presi dal Governo.
La Codacons ammonisce: “L’immobilismo delle banche ci sorprende. Sono quelle che più hanno beneficiato dei fondi messi a disposizione dal governo e dovrebbero agevolare le persone, invece restano rigide e a fatica modificano i tassi”. Codacons, Federconsumatori e altre associazioni di consumatori hanno registrato da agosto, settembre dello scorso anno, una forte impennata di casi di persone in difficoltà ad ottenere o pagare i mutui. Codacons stima che solo negli ultimi quattro mesi del 2008 è dovuta intervenire in più di 120 casi di persone che si rivolgevano all’associazione perché rischiavano di vedere pignorata la casa che avevano comprato. “I casi di cui più ci occupiamo sono quelli di persone che hanno difficoltà a pagare il mutuo o che addirittura, pur avendo un lavoro sicuro, non riescono ad accenderlo, perché oggi le banche hanno poca liquidità e non erogano facilmente i finanziamenti. C’è un indice per ogni cliente e a seconda del rischio viene erogato il mutuo. Bisogna essere ampiamente assolvibili e con la precarietà di lavoro che c’è oggi è molto difficile rientrare in determinate categorie — spiega la Codacons — I single hanno notevoli difficoltà per non parlare delle coppie giovani che è vero che possono richiedere i mutui agevolati, ma non è così facile ottenerli come dicono. Bisogna presentare la domanda con determinate tempistiche, e non è detto che la risposta la si ottenga immediatamente”. Chi poi è riuscito a farsi un mutuo si è trovato a dover pagare interessi molto alti e ora che i tassi sono diminuiti si trovano ad aver a che fare con le banche che oppongono molta difficoltà a variare il contratto. Le associazioni di consumatori sono molto dure e avvertono: “Noi invitiamo le persone a recarsi nelle proprie banche per rinegoziare il mutuo, ad insistere e se occorre cambiare banca”. La Federconsumatori spiega: “Ci troviamo spesso di fronte a persone che non capiscono perché il tasso del loro mutuo, che prima era così alto, ora, malgrado si sia abbassato, non avvertono alcun beneficio. Noi cerchiamo di spiegare che i risultati li vedranno tra un paio di mesi, sempre che le banche adeguino in fretta i tassi. Altrimenti vedremo sempre più persone essere insolventi, non aver più la possibilità di finanziamento e sempre più case pignorate”. Codacons stima una quindicina di persone che solo a gennaio si sono rivolte a loro perché hanno gravi difficoltà a pagare il mutuo. Spesso accade che nella coppia uno dei due perda il lavoro, e la rata, che prima potevano assolvere, ora sia divenuta troppo alta. “E’ un momento pericoloso, bisogna essere cauti perché non si sa bene dove si va a parare”.

MARINA RAVARA

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento