Tumore del colon retto, il rischio è alto in Polesine

Si stima che ogni anno, in Italia, oltre 20 mila uomini e circa 17 mila donne siano colpiti da tumore del colon retto, con incidenza maggiore nelle regioni centro- settentrionali.
Per gli uomini è la malattia neoplastica al terzo posto per incidenza, dopo carcinoma del polmone e della prostata, pari al 12,6% di tutti i tumori diagnosticati; nelle donne è al secondo posto per incidenza dopo il carcinoma della mammella, rappresentando il 13,4% del totale dei tumori.
Si può cercare di prevenirlo essenzialmente con l’alimentazione: riduzione del consumo di alimenti ad elevato contenuto calorico ed incremento di quelli ricchi in fibre; esiste anche un effetto protettivo dei farmaci antinfiammatori non steroidei e sempre più riconosciuto è l’effetto di prevenzione esercitato dall’attività fisica esercitata con regolarità.
In Bassopolesine sarà interessata da questo screening, effettuato con la collaborazione dei farmacisti locali, la popolazione di età compresa tra i 50 ed i 69 anni per un totale di quasi 20 mila persone in due anni. L’incidenza nel nostro territorio è per gli uomini leggermente superiore a quella media del Veneto, mentre nelle donne si eguaglia al valore medio.
Sono partite le prime lettere di invito per sottoporsi al test che si basa sulla ricerca del sangue occulto nelle feci.
Le persone sono invitate ad eseguire il test con lettera personale nella quale si chiede di presentarsi dal proprio farmacista dove, esibendo la lettera d’invito, è possibile ritirare il kit e le istruzioni per eseguire il test, il giorno e la sede in cui può essere consegnato il test: alla lettera sono, inoltre, allegate le etichette di identificazione con codice a barre da applicare alla provetta.
Il test è gratuito, non serve l’impegnativa del medico curante e la risposta è inviata direttamente a domicilio quando l’esame risulta negativo, mentre nei casi dubbi si avvisa telefonicamente organizzando un percorso dedicato per gli ulteriori accertamenti, sempre gratuiti.
Per informazioni si può telefonare alla segreteria dello screening con numero telefonico 0426/940117 dalle ore 9 alle ore 10.30 nei giorni dal lunedì al giovedì compresi.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento