Aumentano i matrimoni civili

Aumentano i matrimoni civili e per la prima volta a Mira superano quelli concordatari e il comune mette a disposizione Villa dei leoni per i matrimoni non religiosi “La Giunta municipale — spiega l’assessore alla Cultura e vicesindaco Davide Meggiato – ha approvato la delibera che avvia l’iter per rendere possibile l’utilizzo di una delle più importanti e raffinate sale della villa, la cosiddetta “sala degli specchi”, quale sede prestigiosa per la celebrazione dei matrimoni civili”.
La decisione è stata assunta anche in ragione del crescente numero di richieste che giungono, in tal senso, agli uffici preposti: “A questo punto — spiega l’assessore ai servizi demografici, Enzo De Lorenzi — occorrerà modificare il regolamento che disciplina la celebrazione dei matrimoni e, successivamente alla sua approvazione da parte del Consiglio Comunale, la giunta provvederà alla determinazione delle tariffe che, in questa prima fase sperimentale, saranno in linea con quanto già offrono Comuni a noi limitrofi”. Dopo numerosi sopralluoghi è stata scelta proprio la “sala degli specchi” quale cornice ideale, con l’abbondanza di stucchi e fregi in oro, per questi appuntamenti proprio in ragione della sua grandiosità e bellezza. “Quella che, nel giro di qualche settimana, — spiegano gli assessori Meggiato e De Lorenzi – offriremo alle coppie che si vogliono sposare a Mira è una opportunità in più dal momento che rimane confermata anche la sala del Consiglio Comunale quale sede “alternativa” per la celebrazione dei matrimoni”. Intanto parlano i numeri: “A Mira si sono celebrati — spiega il vicesindaco di Mira — ben 91 matrimoni civili; un numero superiore a quello dei 74 matrimoni concordatari che sono superati per la prima volta. Il trend di aumento dei matrimoni civili è sicuramente stato costante a Mira negli ultimi 10 anni anche per il fatto che si verificano sempre più matrimoni misti fra cittadini con religioni e culture diverse e anche fra persone che hanno alle spalle precedenti matrimoni e che quindi non possono risposarsi in chiesa.
di Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Aumentano i matrimoni civili

Aumentano i matrimoni civili e per la prima volta a Mira superano quelli concordatari e il comune mette a disposizione Villa dei leoni per i matrimoni non religiosi “La Giunta municipale — spiega l’assessore alla Cultura e vicesindaco Davide Meggiato – ha approvato la delibera che avvia l’iter per rendere possibile l’utilizzo di una delle più importanti e raffinate sale della villa, la cosiddetta “sala degli specchi”, quale sede prestigiosa per la celebrazione dei matrimoni civili”.
La decisione è stata assunta anche in ragione del crescente numero di richieste che giungono, in tal senso, agli uffici preposti: “A questo punto — spiega l’assessore ai servizi demografici, Enzo De Lorenzi — occorrerà modificare il regolamento che disciplina la celebrazione dei matrimoni e, successivamente alla sua approvazione da parte del Consiglio Comunale, la giunta provvederà alla determinazione delle tariffe che, in questa prima fase sperimentale, saranno in linea con quanto già offrono Comuni a noi limitrofi”. Dopo numerosi sopralluoghi è stata scelta proprio la “sala degli specchi” quale cornice ideale, con l’abbondanza di stucchi e fregi in oro, per questi appuntamenti proprio in ragione della sua grandiosità e bellezza. “Quella che, nel giro di qualche settimana, — spiegano gli assessori Meggiato e De Lorenzi – offriremo alle coppie che si vogliono sposare a Mira è una opportunità in più dal momento che rimane confermata anche la sala del Consiglio Comunale quale sede “alternativa” per la celebrazione dei matrimoni”. Intanto parlano i numeri: “A Mira si sono celebrati — spiega il vicesindaco di Mira — ben 91 matrimoni civili; un numero superiore a quello dei 74 matrimoni concordatari che sono superati per la prima volta. Il trend di aumento dei matrimoni civili è sicuramente stato costante a Mira negli ultimi 10 anni anche per il fatto che si verificano sempre più matrimoni misti fra cittadini con religioni e culture diverse e anche fra persone che hanno alle spalle precedenti matrimoni e che quindi non possono risposarsi in chiesa.
di Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Aumentano i matrimoni civili

Aumentano i matrimoni civili e per la prima volta a Mira superano quelli concordatari e il comune mette a disposizione Villa dei leoni per i matrimoni non religiosi “La Giunta municipale — spiega l’assessore alla Cultura e vicesindaco Davide Meggiato – ha approvato la delibera che avvia l’iter per rendere possibile l’utilizzo di una delle più importanti e raffinate sale della villa, la cosiddetta “sala degli specchi”, quale sede prestigiosa per la celebrazione dei matrimoni civili”.
La decisione è stata assunta anche in ragione del crescente numero di richieste che giungono, in tal senso, agli uffici preposti: “A questo punto — spiega l’assessore ai servizi demografici, Enzo De Lorenzi — occorrerà modificare il regolamento che disciplina la celebrazione dei matrimoni e, successivamente alla sua approvazione da parte del Consiglio Comunale, la giunta provvederà alla determinazione delle tariffe che, in questa prima fase sperimentale, saranno in linea con quanto già offrono Comuni a noi limitrofi”. Dopo numerosi sopralluoghi è stata scelta proprio la “sala degli specchi” quale cornice ideale, con l’abbondanza di stucchi e fregi in oro, per questi appuntamenti proprio in ragione della sua grandiosità e bellezza. “Quella che, nel giro di qualche settimana, — spiegano gli assessori Meggiato e De Lorenzi – offriremo alle coppie che si vogliono sposare a Mira è una opportunità in più dal momento che rimane confermata anche la sala del Consiglio Comunale quale sede “alternativa” per la celebrazione dei matrimoni”. Intanto parlano i numeri: “A Mira si sono celebrati — spiega il vicesindaco di Mira — ben 91 matrimoni civili; un numero superiore a quello dei 74 matrimoni concordatari che sono superati per la prima volta. Il trend di aumento dei matrimoni civili è sicuramente stato costante a Mira negli ultimi 10 anni anche per il fatto che si verificano sempre più matrimoni misti fra cittadini con religioni e culture diverse e anche fra persone che hanno alle spalle precedenti matrimoni e che quindi non possono risposarsi in chiesa.
di Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Aumentano i matrimoni civili

Aumentano i matrimoni civili e per la prima volta a Mira superano quelli concordatari e il comune mette a disposizione Villa dei leoni per i matrimoni non religiosi “La Giunta municipale — spiega l’assessore alla Cultura e vicesindaco Davide Meggiato – ha approvato la delibera che avvia l’iter per rendere possibile l’utilizzo di una delle più importanti e raffinate sale della villa, la cosiddetta “sala degli specchi”, quale sede prestigiosa per la celebrazione dei matrimoni civili”.
La decisione è stata assunta anche in ragione del crescente numero di richieste che giungono, in tal senso, agli uffici preposti: “A questo punto — spiega l’assessore ai servizi demografici, Enzo De Lorenzi — occorrerà modificare il regolamento che disciplina la celebrazione dei matrimoni e, successivamente alla sua approvazione da parte del Consiglio Comunale, la giunta provvederà alla determinazione delle tariffe che, in questa prima fase sperimentale, saranno in linea con quanto già offrono Comuni a noi limitrofi”. Dopo numerosi sopralluoghi è stata scelta proprio la “sala degli specchi” quale cornice ideale, con l’abbondanza di stucchi e fregi in oro, per questi appuntamenti proprio in ragione della sua grandiosità e bellezza. “Quella che, nel giro di qualche settimana, — spiegano gli assessori Meggiato e De Lorenzi – offriremo alle coppie che si vogliono sposare a Mira è una opportunità in più dal momento che rimane confermata anche la sala del Consiglio Comunale quale sede “alternativa” per la celebrazione dei matrimoni”. Intanto parlano i numeri: “A Mira si sono celebrati — spiega il vicesindaco di Mira — ben 91 matrimoni civili; un numero superiore a quello dei 74 matrimoni concordatari che sono superati per la prima volta. Il trend di aumento dei matrimoni civili è sicuramente stato costante a Mira negli ultimi 10 anni anche per il fatto che si verificano sempre più matrimoni misti fra cittadini con religioni e culture diverse e anche fra persone che hanno alle spalle precedenti matrimoni e che quindi non possono risposarsi in chiesa.
di Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento