Discariche, parte la bonifica

Riqualificazione delle discariche, miglioramento della viabilità e nuovi interventi edilizi: per il Comune di Villadose il 2009 si è aperto all’insegna della novità per quanto riguarda le opere pubbliche.
Si concretizzerà infatti il progetto di riqualificazione ambientale delle aree Taglietto e Isola Verde: tra Regione Veneto, Veneto Strade, Provincia, Consorzio Rsu, Ato e Comune di Villadose è stato sottoscritto un protocollo d’intesa, che prevede anche interventi volti a garantire l’autosufficienza del bacino per i prossimi anni.
Si partirà dall’ambientalizzazione delle ex discariche T0, T1 e T2, toccando la viabilità con un passante su via Serafino Zennaro per il collegamento successivo alla Nogara-mare, per finire con la realizzazione di un centro studi sul ciclo integrato dei rifiuti urbani. Per la T1 si procederà alla raccolta dei liquidi che si formano, per la T2 interventi di messa in sicurezza dell’area e per entrambi un impianto sperimentale di fitobiodepurazione, inserimento di querce, frassini, tigli, carpini, aceri campestri e costruzione di percorsi ciclo-pedonali; si procederà inoltre alla manutenzione della ex discarica T3. Il costo totale degli interventi tocca i 19 milioni di euro e 4 milioni verranno impiegati per i primi interventi di ambientalizzazione e viabilità. Stanno proseguendo anche i lavori di sistemazione del Ponte Sacchetto, dove si incrociano via Giovanni XXIII, via Giuseppe Verdi e la SR 443; il progetto, affidato alla Ditta Pellegrini Costruzioni di San Martino di Vanezze (RO), prevede il tombinamento di circa 80 metri del Valdentro, l’allargamento e la sistemazione dell’incrocio. Sono stati invece appaltati alla ditta Beozzo di Verona i lavori di costruzione della rotatoria e delle due strade di collegamento con via Garibaldi, mentre alla ditta Cimoter di Rovigo spetterà la costruzione delle piste ciclabili lungo gli scoli Bresega e Cavana.
Per quanto riguarda l’edilizia pubblica, le classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado potranno entrare nel nuovo plesso scolastico durante l’estate del 2009, mentre il vecchio magazzino comunale di via Liona verrà trasformato in un centro diurno, a sostegno delle famiglie che hanno persone in situazione di disagio.
di Luana Zanellato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento