Lo Stra conclude il girone imbattuto

La società realizza un calendario a scopo benefico e la prima squadra finisce il girone di andata imbattuto. E’ un momento d’oro, per l’ As Stra Riviera del Brenta: è iniziato davvero bene l’anno per i rivieraschi.La società presieduta da Diego Rossi ha presentato nelle scorse settimane il quarto calendario consecutivo da quando il gruppo è rinato dalle ceneri del Riviera del Brenta. Lo scopo del calendario, dove sono stati immortalati gli atleti di tutte le formazioni, è come ogni anno benefico.
È stato realizzato infatti assieme all’Admo (associazione donatori midollo osseo) per sensibilizzare la pratica della donazione del midollo osseo fin da bambini. Questa è la cosa fondamentale dell’iniziativa a cui i dirigenti hanno voluto dare il nome “E quattro. E la storia continua”.“E’ importantissimo — ha detto il presidente Diego Rossi – insistere ancora e con più forza nella sensibilizzazione dei genitori. Devono aiutarci a propagandare l’Admo, che si prodiga a salvare delle vite, in particolare dei ragazzi. Con un semplice prelievo di sangue si può salvare un essere umano: lo sport deve essere un traino per testimoniare con forza la gioia di donare. Dobbiamo essere orgogliosi di come la nostra società è cresciuta anche da questo punto di vista”. Lo Stra Riviera del Brenta conta più di duecento atleti. Dalla Piccoli Amici alla Prima squadra: hanno tutte le squadre del settore giovanile. La società è riuscita anche a raggiungere un accordo importante con l’Atalanta. Un gemellaggio, con una società che da anni lavora molta con i giovani e sui giovani, prezioso. Ma è la Prima squadra che sta dando molte soddisfazioni ai tifosi rivieraschi. Quasi inaspettatamente. Dopo cinque anni di assenza la società ha deciso di iscrivere una formazione nel Campionato di Terza Categoria. La scelta di Rossi, quella di dare una nuova maglia ai giocatori del vivaio e ad ex calciatori del vecchio Stra. Obiettivo fino ad ora raggiunto. Dopo una partenza abbastanza lenta, la squadra allenata da Guerrino Dei Rossi ha scalato la classifica chiudendo il girone d’andata in zona playoff. Unica squadra del torneo, assieme alla capolista Vigorovea, a non avere mai perso. Questo l’organigramma societario. Diego Rossi è il presidente, Esilio Donati il vicepresidente. Direttore generale è Paolo Ferraresso, direttore sportivo è Giuseppe Cavallin. Alberto Baratto è il responsabile dell’are tecnica, Francesco Rosato il coordinatore dell’area di base. Per il vivaio il responsabile è Marco Mambrini.
di Alberto Facchinetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Lo Stra conclude il girone imbattuto

La società realizza un calendario a scopo benefico e la prima squadra finisce il girone di andata imbattuto. E’ un momento d’oro, per l’ As Stra Riviera del Brenta: è iniziato davvero bene l’anno per i rivieraschi.La società presieduta da Diego Rossi ha presentato nelle scorse settimane il quarto calendario consecutivo da quando il gruppo è rinato dalle ceneri del Riviera del Brenta. Lo scopo del calendario, dove sono stati immortalati gli atleti di tutte le formazioni, è come ogni anno benefico.
È stato realizzato infatti assieme all’Admo (associazione donatori midollo osseo) per sensibilizzare la pratica della donazione del midollo osseo fin da bambini. Questa è la cosa fondamentale dell’iniziativa a cui i dirigenti hanno voluto dare il nome “E quattro. E la storia continua”.“E’ importantissimo — ha detto il presidente Diego Rossi – insistere ancora e con più forza nella sensibilizzazione dei genitori. Devono aiutarci a propagandare l’Admo, che si prodiga a salvare delle vite, in particolare dei ragazzi. Con un semplice prelievo di sangue si può salvare un essere umano: lo sport deve essere un traino per testimoniare con forza la gioia di donare. Dobbiamo essere orgogliosi di come la nostra società è cresciuta anche da questo punto di vista”. Lo Stra Riviera del Brenta conta più di duecento atleti. Dalla Piccoli Amici alla Prima squadra: hanno tutte le squadre del settore giovanile. La società è riuscita anche a raggiungere un accordo importante con l’Atalanta. Un gemellaggio, con una società che da anni lavora molta con i giovani e sui giovani, prezioso. Ma è la Prima squadra che sta dando molte soddisfazioni ai tifosi rivieraschi. Quasi inaspettatamente. Dopo cinque anni di assenza la società ha deciso di iscrivere una formazione nel Campionato di Terza Categoria. La scelta di Rossi, quella di dare una nuova maglia ai giocatori del vivaio e ad ex calciatori del vecchio Stra. Obiettivo fino ad ora raggiunto. Dopo una partenza abbastanza lenta, la squadra allenata da Guerrino Dei Rossi ha scalato la classifica chiudendo il girone d’andata in zona playoff. Unica squadra del torneo, assieme alla capolista Vigorovea, a non avere mai perso. Questo l’organigramma societario. Diego Rossi è il presidente, Esilio Donati il vicepresidente. Direttore generale è Paolo Ferraresso, direttore sportivo è Giuseppe Cavallin. Alberto Baratto è il responsabile dell’are tecnica, Francesco Rosato il coordinatore dell’area di base. Per il vivaio il responsabile è Marco Mambrini.
di Alberto Facchinetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Lo Stra conclude il girone imbattuto

La società realizza un calendario a scopo benefico e la prima squadra finisce il girone di andata imbattuto. E’ un momento d’oro, per l’ As Stra Riviera del Brenta: è iniziato davvero bene l’anno per i rivieraschi.La società presieduta da Diego Rossi ha presentato nelle scorse settimane il quarto calendario consecutivo da quando il gruppo è rinato dalle ceneri del Riviera del Brenta. Lo scopo del calendario, dove sono stati immortalati gli atleti di tutte le formazioni, è come ogni anno benefico.
È stato realizzato infatti assieme all’Admo (associazione donatori midollo osseo) per sensibilizzare la pratica della donazione del midollo osseo fin da bambini. Questa è la cosa fondamentale dell’iniziativa a cui i dirigenti hanno voluto dare il nome “E quattro. E la storia continua”.“E’ importantissimo — ha detto il presidente Diego Rossi – insistere ancora e con più forza nella sensibilizzazione dei genitori. Devono aiutarci a propagandare l’Admo, che si prodiga a salvare delle vite, in particolare dei ragazzi. Con un semplice prelievo di sangue si può salvare un essere umano: lo sport deve essere un traino per testimoniare con forza la gioia di donare. Dobbiamo essere orgogliosi di come la nostra società è cresciuta anche da questo punto di vista”. Lo Stra Riviera del Brenta conta più di duecento atleti. Dalla Piccoli Amici alla Prima squadra: hanno tutte le squadre del settore giovanile. La società è riuscita anche a raggiungere un accordo importante con l’Atalanta. Un gemellaggio, con una società che da anni lavora molta con i giovani e sui giovani, prezioso. Ma è la Prima squadra che sta dando molte soddisfazioni ai tifosi rivieraschi. Quasi inaspettatamente. Dopo cinque anni di assenza la società ha deciso di iscrivere una formazione nel Campionato di Terza Categoria. La scelta di Rossi, quella di dare una nuova maglia ai giocatori del vivaio e ad ex calciatori del vecchio Stra. Obiettivo fino ad ora raggiunto. Dopo una partenza abbastanza lenta, la squadra allenata da Guerrino Dei Rossi ha scalato la classifica chiudendo il girone d’andata in zona playoff. Unica squadra del torneo, assieme alla capolista Vigorovea, a non avere mai perso. Questo l’organigramma societario. Diego Rossi è il presidente, Esilio Donati il vicepresidente. Direttore generale è Paolo Ferraresso, direttore sportivo è Giuseppe Cavallin. Alberto Baratto è il responsabile dell’are tecnica, Francesco Rosato il coordinatore dell’area di base. Per il vivaio il responsabile è Marco Mambrini.
di Alberto Facchinetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Lo Stra conclude il girone imbattuto

La società realizza un calendario a scopo benefico e la prima squadra finisce il girone di andata imbattuto. E’ un momento d’oro, per l’ As Stra Riviera del Brenta: è iniziato davvero bene l’anno per i rivieraschi.La società presieduta da Diego Rossi ha presentato nelle scorse settimane il quarto calendario consecutivo da quando il gruppo è rinato dalle ceneri del Riviera del Brenta. Lo scopo del calendario, dove sono stati immortalati gli atleti di tutte le formazioni, è come ogni anno benefico.
È stato realizzato infatti assieme all’Admo (associazione donatori midollo osseo) per sensibilizzare la pratica della donazione del midollo osseo fin da bambini. Questa è la cosa fondamentale dell’iniziativa a cui i dirigenti hanno voluto dare il nome “E quattro. E la storia continua”.“E’ importantissimo — ha detto il presidente Diego Rossi – insistere ancora e con più forza nella sensibilizzazione dei genitori. Devono aiutarci a propagandare l’Admo, che si prodiga a salvare delle vite, in particolare dei ragazzi. Con un semplice prelievo di sangue si può salvare un essere umano: lo sport deve essere un traino per testimoniare con forza la gioia di donare. Dobbiamo essere orgogliosi di come la nostra società è cresciuta anche da questo punto di vista”. Lo Stra Riviera del Brenta conta più di duecento atleti. Dalla Piccoli Amici alla Prima squadra: hanno tutte le squadre del settore giovanile. La società è riuscita anche a raggiungere un accordo importante con l’Atalanta. Un gemellaggio, con una società che da anni lavora molta con i giovani e sui giovani, prezioso. Ma è la Prima squadra che sta dando molte soddisfazioni ai tifosi rivieraschi. Quasi inaspettatamente. Dopo cinque anni di assenza la società ha deciso di iscrivere una formazione nel Campionato di Terza Categoria. La scelta di Rossi, quella di dare una nuova maglia ai giocatori del vivaio e ad ex calciatori del vecchio Stra. Obiettivo fino ad ora raggiunto. Dopo una partenza abbastanza lenta, la squadra allenata da Guerrino Dei Rossi ha scalato la classifica chiudendo il girone d’andata in zona playoff. Unica squadra del torneo, assieme alla capolista Vigorovea, a non avere mai perso. Questo l’organigramma societario. Diego Rossi è il presidente, Esilio Donati il vicepresidente. Direttore generale è Paolo Ferraresso, direttore sportivo è Giuseppe Cavallin. Alberto Baratto è il responsabile dell’are tecnica, Francesco Rosato il coordinatore dell’area di base. Per il vivaio il responsabile è Marco Mambrini.
di Alberto Facchinetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Lo Stra conclude il girone imbattuto

La società realizza un calendario a scopo benefico e la prima squadra finisce il girone di andata imbattuto. E’ un momento d’oro, per l’ As Stra Riviera del Brenta: è iniziato davvero bene l’anno per i rivieraschi.La società presieduta da Diego Rossi ha presentato nelle scorse settimane il quarto calendario consecutivo da quando il gruppo è rinato dalle ceneri del Riviera del Brenta. Lo scopo del calendario, dove sono stati immortalati gli atleti di tutte le formazioni, è come ogni anno benefico.
È stato realizzato infatti assieme all’Admo (associazione donatori midollo osseo) per sensibilizzare la pratica della donazione del midollo osseo fin da bambini. Questa è la cosa fondamentale dell’iniziativa a cui i dirigenti hanno voluto dare il nome “E quattro. E la storia continua”.“E’ importantissimo — ha detto il presidente Diego Rossi – insistere ancora e con più forza nella sensibilizzazione dei genitori. Devono aiutarci a propagandare l’Admo, che si prodiga a salvare delle vite, in particolare dei ragazzi. Con un semplice prelievo di sangue si può salvare un essere umano: lo sport deve essere un traino per testimoniare con forza la gioia di donare. Dobbiamo essere orgogliosi di come la nostra società è cresciuta anche da questo punto di vista”. Lo Stra Riviera del Brenta conta più di duecento atleti. Dalla Piccoli Amici alla Prima squadra: hanno tutte le squadre del settore giovanile. La società è riuscita anche a raggiungere un accordo importante con l’Atalanta. Un gemellaggio, con una società che da anni lavora molta con i giovani e sui giovani, prezioso. Ma è la Prima squadra che sta dando molte soddisfazioni ai tifosi rivieraschi. Quasi inaspettatamente. Dopo cinque anni di assenza la società ha deciso di iscrivere una formazione nel Campionato di Terza Categoria. La scelta di Rossi, quella di dare una nuova maglia ai giocatori del vivaio e ad ex calciatori del vecchio Stra. Obiettivo fino ad ora raggiunto. Dopo una partenza abbastanza lenta, la squadra allenata da Guerrino Dei Rossi ha scalato la classifica chiudendo il girone d’andata in zona playoff. Unica squadra del torneo, assieme alla capolista Vigorovea, a non avere mai perso. Questo l’organigramma societario. Diego Rossi è il presidente, Esilio Donati il vicepresidente. Direttore generale è Paolo Ferraresso, direttore sportivo è Giuseppe Cavallin. Alberto Baratto è il responsabile dell’are tecnica, Francesco Rosato il coordinatore dell’area di base. Per il vivaio il responsabile è Marco Mambrini.
di Alberto Facchinetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento