Nuova Farmacia a Campocroce

Anche Campocroce ha ora la sua farmacia. È stata aperta, o meglio riaperta, il 1 febbraio. La piccola frazione aveva già una farmacia fino a 70 anni fa, quando le fu tolta per essere trasferita a Scaltenigo (era il 1929) per servire meglio anche i centri di Ballò e Vetrego. Allora la richiesta di spostamento venne motivata dal fatto che a Scaltenigo risiedevano anche il medico di condotta e la levatrice comunale. Solo nel 1990, il Consiglio comunale decise di assegnare di nuovo il servizio a Campocroce. Nel 2000 la prima giunta Fardin diede il via libera all’insediamento di una settima farmacia sul territorio miranese, ma servirono altri nove anni di ritardi e rinvii per poterla inaugurare. A gestire la nuova farmacia nei locali di via Lusore 2, in centro, è ora la dottoressa Maria Zaffino, assegnataria del bando indetto dalla Regione. Soddisfatto il comitato «Uniti per Campocroce», che da anni lotta per l’ottenimento del servizio, in un paese spesso tagliato fuori dai collegamenti coi centri vicini, difficili soprattutto per anziani e ammalati, i più bisognosi di medicinali. «Il più è fatto — spiega visibilmente soddisfatto il portavoce Roberto Tomaello — il resto spetterà ora alla titolare della farmacia».

F. D. G.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Nuova Farmacia a Campocroce

Anche Campocroce ha ora la sua farmacia. È stata aperta, o meglio riaperta, il 1 febbraio. La piccola frazione aveva già una farmacia fino a 70 anni fa, quando le fu tolta per essere trasferita a Scaltenigo (era il 1929) per servire meglio anche i centri di Ballò e Vetrego. Allora la richiesta di spostamento venne motivata dal fatto che a Scaltenigo risiedevano anche il medico di condotta e la levatrice comunale. Solo nel 1990, il Consiglio comunale decise di assegnare di nuovo il servizio a Campocroce. Nel 2000 la prima giunta Fardin diede il via libera all’insediamento di una settima farmacia sul territorio miranese, ma servirono altri nove anni di ritardi e rinvii per poterla inaugurare. A gestire la nuova farmacia nei locali di via Lusore 2, in centro, è ora la dottoressa Maria Zaffino, assegnataria del bando indetto dalla Regione. Soddisfatto il comitato «Uniti per Campocroce», che da anni lotta per l’ottenimento del servizio, in un paese spesso tagliato fuori dai collegamenti coi centri vicini, difficili soprattutto per anziani e ammalati, i più bisognosi di medicinali. «Il più è fatto — spiega visibilmente soddisfatto il portavoce Roberto Tomaello — il resto spetterà ora alla titolare della farmacia».

F. D. G.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento