Pdl compatto con Lunghi, e la Lega?

Mancano meno di tre mesi alle elezioni, ma gli schieramenti non sono ancora definiti. L’unica certezza rimane la candidatura di Francesco Lunghi. Il consigliere del Pdl è stato confermato alla guida del centrodestra anche se rimane da sciogliere il nodo Lega Nord. Il partito del carroccio ha espresso più volte la volontà di partecipare con un proprio candidato alla carica di primo cittadino.
Il risultato delle politiche ha infatti galvanizzato i referenti locali, forti di un bagno di voti senza precedenti. Ma l’ultima decisione spetta ai vertici più alti del partito che dovranno sciogliere la riserva in questi giorni. Con buona probabilità verrà riproposto lo schema della precedente tornata elettorale. La Lega aveva presentato un proprio candidato optando per l’apparentamento al ballottaggio. “Nel centrodestra il quadro è praticamente delineato — spiega il consigliere del Pdl Andrea Tasinato — Il nostro candidato è Francesco Lunghi e il direttivo provinciale ha concordato con questa scelta. Tanto è stato fatto in questi anni e sicuramente la gente saprà valutare con attenzione la propria scelta anche in virtù del lavoro svolto da questa amministrazione”.
Secondo Tasinato l’operato di questi 10 anni di governo del paese avranno un peso fondamentale nella scelta del prossimo sindaco. “Il primo obiettivo della prossima amministrazione dev’essere il potenziamento delle attività nel sociale — continua il consigliere del Pdl — E’ fondamentale ottenere maggiori risorse dalla struttura produttiva. Per migliorare gli interventi nel sociale servono risorse che possono essere reperite soprattutto nello sviluppo delle attività produttive. Abbiamo già molte idee che possono essere messe in campo”.
Gli avversari a sinistra non preoccupano più di tanto Tasinato che però avverte: non abbassare la guardia. «A sinistra stanno facendo le loro scelte — afferma Tasinato — In politica non esistono nemici, loro sono semplicemente degli avversari e come tali meritano rispetto. Di certo però è meglio un avversario di sinistra estrema piuttosto che un moderato. In ogni caso noi dobbiamo pensare alla nostra squadra. E’ come nelle partite di calcio dove prima di tutto devi pensare ai tuoi giocatori».
Ancora in dubbio invece la posizione dell’Udc. L’assessore Gianni Mamprin, eletto nelle fila dello scudocrociato, ha dichiarato che sosterrà la candidatura di Francesco Lunghi. Ma il segretario cittadino Daniele Roncolato, ha fatto sapere che la dichiarazione di Mamprin è un ragionamento personale. L’intenzione dell’Udc è infatti di posizionarsi al centro come schieramento alternativo al centrosinistra e al centrodestra.
Dopo dieci anni di governo insieme al sindaco uscente Fabio Conte, si potrebbe profilare quindi una rottura nei rapporti di collaborazione. Ma sarà altrettanto difficile che i rappresentanti dell’Udc monselicense scelgano un’alleanza con il centrosinistra.
Emanuele Masiero

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento