E’ scontro sui pendolari

E’ iniziata la campagna elettorale per le provinciali di giugno. Lo si vede dal tono acceso e dalle dichiarazioni dei politici di turno che si scambiano accuse reciproche per spostare la bilancia dei voti. L’ultima polemica in ordine di tempo è quella che ha interessato i pendolari chioggiotti delle linee extraurbane.
“All’aumento tariffario – spiega il presidente del consiglio provinciale Mauro Boscolo Bisto – non è corrisposto un miglioramento del servizio. E’ evidente e dimostrabile che ancora oggi le corse a vuoto continuano ad essere effettuate con la conseguenza di ulteriore inquinamento, aumento dei costi e una non corretta gestione del personale impiegato con la mancata integrazione nei turni di lavoro. E’ auspicabile la riorganizzazione del trasporto pubblico extraurbano in gestione Actv con riferimento all’area di Chioggia”.
La risposta al presidente del Consiglio provinciale non si è fatta attendere. L’assessore al Bilancio del Comune di Chioggia, Beniamino Boscolo Capon, respinge le accuse sostenendo che è proprio la Provincia responsabile di tale disservizio. “Mi sembra — afferma – che i meriti per gli interventi a favore dei pendolari non vengano dalla Provincia. Risposte sono state, infatti, date dalla finanziaria Berlusconi del 2008 e dalla Regione Veneto che ha introdotto un buono trasporto studenti che abbatte del 33% il costo degli abbonamenti per il trasporto con mezzi pubblici dei nostri studenti pendolari buono consistenti in 178.00 euro”. L’assessore al Bilancio si sofferma sull’operato dell’amministrazione clodiense che ha avuto un occhio di riguardo verso i pendolari. “Il Comune di Chioggia – continua Beniamino Capon – per la prima volta in via sperimentale ha messo a disposizione 100mila euro a titolo di contributo a lavoratori e studenti cumulabile con altri contributi. Dalla provincia di Venezia titolare del contratto servizio Actv non è arrivato, invece, nulla!”. A questo punto è lecito chiedersi se basteranno i centomila euro destinati dall’amministrazione Tiozzo a placare l’animo dei pendolari che si sono sentiti abbandonati a se stessi.
di Franco Fabris

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento