Le proposte per l’estate

L’amministrazione prepara la nuova stagione culturale estiva. Molti progetti sono ancora in via di definizione, ma sono state già date alcune anticipazioni per garantire il coinvolgimento degli operatori.
Per il nuovo cartellone estivo l’assessorato alla Cultura si è ripromesso di puntare sulla qualità e sull’apertura ad altre realtà, per non apparire autoreferenziale, ma nello stesso tempo cercando di coinvolgere e valorizzare prima di tutto il territorio. Quella che sta per arrivare non sarà una stagione con nomi di grande richiamo, come lo scorso anno, ma una rassegna di eventi che cercherà di mettere in risalto prima di tutto la città. La vera protagonista, insomma, dovrà essere la città stessa. Per far questo ci si muoverà in tre direzioni. La prima saranno i percorsi della laguna d’arte: verranno creati dei percorsi turistici, corredati di segnaletica orizzontale colorata e pannelli esplicativi in prossimità delle maggiori emergenze storico artistiche e ambientali. Uno dei percorsi sarà quello della Chioggia monumentale, che guiderà il turista dal Municipio a San Domenico, al Museo Diocesano, a Sottomarina ecc. Questo itinerario naturalmente sarà concordato anche con la diocesi, per garantire l’apertura di alcune chiese anche in orario serale, con la collaborazione dell’Apt. Il percorso ambientale invece toccherà la diga, la spiaggia, il Lusenzo ecc. Il cosiddetto percorso dell’Amore sarà invece costituito da una passeggiata romantica da San Domenico al Lusenzo, fino alla spiaggia. Il secondo progetto sarà volto alla valorizzazione di artisti, scultori e pittori locali (ne sono stati censiti 31) e delle loro botteghe artistiche. Le botteghe saranno segnalate su una mappa che permetterà ai turisti di raggiungerle anche nelle calli.
Il terzo progetto punterà sulla valorizzazione del Lusenzo, attraverso rassegne musicali con gruppi locali di genere diverso, sparsi lungo la passeggiata, ogni 200 metri. Insomma musica in strada… e che strada!
Sono state fissate anche alcune date per particolari manifestazioni. Ad esempio il 16 maggio si celebrerà Giovanni Dalla Croce, allievo di Zarlino vissuto tra la seconda metà del Cinquecento e gli inizi del Seicento, celebre maestro di cappella a San Marco a Venezia. Al compositore la Venice Academy di New York dedicherà un cd, che sarà il primo di una serie con l’esecuzione dei suoi componimenti.
Il 4 maggio, per il sessantesimo anniversario della tragedia di Superga, verranno organizzati uno spettacolo teatrale e una gita a Superga.
Tra l’8 e l’11 maggio vi sarà il gemellaggio con Saint Tropez, nell’ambito della quale sarà esportata nella cittadina una mostra fotografica sulle Tegnue.
Nella stessa settimana, da lunedì 6 al 10 maggio, sarà a Chioggia il sommergibile nucleare Todaro, al quale verrà consegnata la bandiera di combattimento, che può essere conferita solo dal Capo dello Stato o dal Presidente del Consiglio: pertanto Napolitano o Berlusconi saranno a Chioggia per l’onorificenza. In questa occasione arriveranno in città gli allievi del collegio Morosini di Venezia per il giuramento, probabilmente accompagnati dal patriarca Scola.
Torneranno poi la rassegna del V elemento e il Sea Movie Festival, questa volta nei chiostri del Museo e in una zona vicino alla diga anziché all’arena.
“Le risorse sono inferiori rispetto allo scorso anno — ha spiegato l’assessore alla Cultura Nicola Boscolo — ma faremo del nostro meglio. In tempo di tagli dobbiamo tutti stringere un po’ la cinghia. Quello che abbiamo approvato è un bilancio in cui credo fortemente”.
di Marta Boscolo

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento