Bozza sfida tutti sorpresa Ghidotti

Sicurezza, posti di lavoro e tutela dei cittadini italiani. Sono questi i punti cardine del programma della Lega Nord a Monselice. Santino Bozza, candidato sindaco del partito di Bossi, ha in mente una nuova Monselice che premi la legalità e lo sviluppo del territorio. “Prima di tutto vogliamo tutelare la gente nostra — spiega Bozza — Siamo stanchi di vedere che gli stranieri, spesso clandestini, sono più tutelati dei nostri cittadini. E’ ora di finirla perchè la situazione sta diventando insostenibile”. Secondo Bozza sono 30 anni di amministrazioni scialbe ad aver “ucciso” il centro storico e le frazioni. «La nostra città è morta — tuona il candidato leghista — Gli unici punti di aggregazione sono i bar del centro. Monselice deve essere rivalutata perchè può vantare un patrimonio culturale unico e inestimabile. Inoltre le vie di collegamento ci premiano e possono essere un punto di forza senza eguali. Io non sono in contrasto con Lunghi, ma abbiamo deciso di correre da soli per poter presentare in autonomia le nostre proposte. E’ arrivato il momento di smetterla con le chiacchiere e di passare ai fatti. Un esempio su tutti è via 28 aprile: è una delle arterie principali del paese eppure è abbandonata anche dai commercianti. Dobbiamo sostenere chi vuole investire anche nelle piccole attività”.
Bozza preme sul fattore sicurezza. “Io non sono razzista — spiega — Sto mantenendo una famiglia in Ucraina proprio perchè ci tengo ad una politica sociale sana. Ma gli italiani sono stanchi di vedere che gli extracomunitari hanno sempre tutti i diritti senza rispettare le nostre leggi e la nostra cultura. E’ arrivato il momento di portare un po’ di ordine. La nostra gente vuole solo giustizia”. L’unica candidatura esterna a tutti i partiti è quella di Riccardo Ghidotti. Il presidente dell’associazione “Amici dei Musei” è sostenuto solo da liste civiche e si presenta al centro completamente estraneo alle logiche di partito. “La mia è una candidatura di centro — spiega Riccardo Ghidotti, sostenuto dalle liste “Uniti per Monselice” e “il Movimento per l’Autonomia del Veneto” – Siamo equidistanti dagli schieramenti di Lunghi e Miazzi. Ci stiamo impegnando per raccogliere le istanze reali della gente e abbiamo già un nostro programma strutturato su cui si può ancora discutere accendendo a “Riccardo Ghidotti Sindaco” tramite Facebook”. Molti i capitoli innovativi, studiati dalla lista di Ghidotti. “Per quanto riguarda la cultura, desideriamo realizzare un teatro nell’attuale chiesa di Santo Stefano. Per la viabilità, proponiamo una revisione del piano del traffico e la realizzazione della complanare. Molto importante sarà valorizzare le frazioni, creando uno sportello comunale a San Cosma e San Bortolo. Inoltre proponiamo il mantenimento dei plessi scolastici. Infine, appoggiamo il progetto dell’ospedale unico che deve però mantenere i servizi primari in quello esistente”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento