Cinque i candidati

Manca poco meno di un mese alla data delle elezioni amministrative e i candidati alla carica di sindaco sono ormai scesi in campo. Il primo a fare la sua comparsa nel panorama politico è stato Francesco Lunghi candidato del Pdl, attualmente consigliere comunale e capogruppo della maggioranza. Lunghi avrà l’onore e l’onere di raccogliere l’operato di dieci anni di amministrazione del sindaco uscente Fabio Conte.
Oltre alla lista del Pdl, il candidato del centrodestra, potrà contare sull’apporto di altre liste civiche collegate che vedranno in prima fila rappresentanti dell’Udc e della Destra oltre ovviamente a Forza Italia e An, ormai fusi nel Pdl. Lunghi ha già fatto sapere che le priorità della nuova amministrazione sarà «lo sviluppo di una seria politica sociale che sia vicina alle fasce più deboli, oltre al consolidamento della sicurezza dei cittadini e delle grandi opere già in cantiere».
Manca all’appello la Lega che ha invece deciso di presentarsi con un proprio candidato, almeno al primo turno. Sarà Santino Bozza, consigliere comunale, a dover rappresentare il partito di Bossi. Bozza ha già puntato il dito contro gli sprechi e ha esortato tutti a preoccuparsi dei problemi degli italiani. “Conosco i bisogni della gente ho visto famiglie in difficoltà perché non riescono a pagare l’affitto, mentre si continua a dare le case agli immigrati”.
A sinistra invece ci sarà un solo candidato, Francesco Miazzi consigliere dei Verdi, scelto con le primarie. Oltre alla sua lista ci sarà il Partito Democratico e due civiche: “Per Monselice” e “Città Futura”. “I cittadini vogliono un sindaco disponibile ad ascoltarli che si faccia carico dei loro problemi. Bisogna amministrare guardando al bene comune e non agli interessi di parte”. Nell’area centrista invece, fa il suo ingresso Riccardo Ghidotti, presidente dell’associazione Amici dei Musei. Ghidotti aveva ricoperto la carica di assessore alla cultura nel primo mandato dell’amministrazione Conte.
Nella precedente tornata elettorale si era presentato con una lista civica senza però ottenere il quorum minimo di voti. L’ultima candidatura probabile sarà quella dell’Udc con l’assessore provinciale Stefano Peraro che in passato ha ricoperto la carica di assessore al sociale e allo sport anche a Monselice. Bozza, Ghidotti e Peraro potrebbero quindi fare da ago della bilancia nella sfida all’ultimo voto tra i due candidati del Pd e del Pdl.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento