Corsa a 5 per succedere alla Caverzan

Claudio Codato per la Lega, Sergio Fabris per Nuova Democrazia, Giovanni Battista Mestriner per il Pdl, Federico Michielan per l’Udc, Graziano Pizzolato per il Pd e Italia dei Valori. Sono questi, almeno per ora, i candidati a sindaco per le comunali del 6 e 7 giugno prossimi, con eventuale ballottaggio due settimane più tardi. Dopo un anno di commissariamento, Scorzè vuole voltare pagina e riprendere la corsa. La campagna elettorale è partita un po’ in sordina ma da qui alla chiamata alle urne c’è da scommettere che la temperatura è destinata ad alzarsi. Tanti gli argomenti sul tavolo: dalla sicurezza alla viabilità, dall’urbanistica al sociale, dalla riqualificazione dell’ex base missilistica all’eventuale progetto dell’elettrodotto. Persona schietta, che non le manda di certo a dire e non ha paura di prendere posizioni impopolari, Claudio Codato ha 50 anni, è sposato e ha tre figli. Abita a Peseggia ed è responsabile commerciale di un’azienda di Quinto di Treviso. Nell’ultima legislatura è stato capogruppo in consiglio della Lega Nord-Liga Veneta. Questa volta Nuova democrazia ha deciso di fare tutto da sola. Fabris è sposato, ha 54 anni e insegna alla scuola elementare di Scorzè. In passato è stato vice sindaco con Romano Centomo, assessore alla Cultura, consigliere comunale. Mestriner ha 33 anni ed nell’ultima legislatura è stato presidente del consiglio comunale. A inizio autunno aveva ufficializzato il suo passaggio dall’Udc al Pdl e già da subito si era parlato di una sua possibile candidatura a sindaco. Michielan, 20 anni, abita a Cappella coi genitori Giampaolo e Luana e il fratello di 14 anni, Francesco. Dopo la maturità classica all’istituto salesiano Astori di Mogliano, Michielan si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza a Padova. Attivo nel mondo parrocchiale, in passato ha fatto parte anche dell’Azione cattolica. Pizzolato ha 47 anni, sposato, ha quattro figli. Di professione imprenditore, ha già alle spalle una carriera politica nel Comune di Scorzè e nell’ultima legislatura era seduto nei banchi del consiglio nelle file della Margherita. Ora resta capire cosa faranno le civiche. Lista Futura potrebbe andare da sola, candidando Arianna Benussi, e Lista Intesa potrebbe fare altrettanto. Ma c’è tempo fino al 9 maggio per presentare le liste e definire le alleanze definitive.

ALESSANDRO RAGAZZO

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento