Energia pulita dai rifiuti

Se il Comune darà il benestare alla proposta di Ecogest, a Sarzano verrà realizzato un impianto di Biogas, utile per il riciclo dei rifiuti, successivamente trasformati in energia. Ecogest è la princiapale società polesana addetta alla raccolta dei rifiuti. Utilizzando i fondi comunali avrebbe l’opportunità di realizzare un impianto che oltre a raccogliere i rifiuti, li smaltirebbe, trasformandoli direttamente in biogas. Da qui nasce la polemica delle due società private Nuova Amit di Boara e Biocalos di Canda. Queste aziende, addette allo smaltimento dei rifiuti in Polesine, abituate a lavorare in sinergia con Ecogest e l’amministrazione provinciale, qualora il Comune accettasse la proposta di Ecogest, verrebbero automaticamente escluse dal progetto. Sulla questione abbiamo sentito il parere di un politico locale che fin da subito si è schierato dalla parte di Ecogest. “Sì — spiega Egidio Agnoletto — sono uno dei principali sostenitori di questa idea. Con Ecogest ho un rapporto d’unità d’intenti molto consolidato e spero proprio che a breve il nostro progetto venga approvato. Ho girato molto, anche in Germania e in Francia, per osservare da vicino il funzionamento di impianti simili e capirne la vera utilità”.
Cosa dovrebbe succedere a Sarzano?
“Il separatore di Sarzano vorrebbe diventare autonomo e oltre alla consueta raccolta di rifiuti, vorrebbe offrire anche il riciclaggio e la produzione di biogas. Noi regaliamo circa 25000 tonnellate annue di umido, alle due aziende private Biocalos e Amit. E altre 10000 tonnellate di verde. Penso che potremmo riutilizzarle noi stessi”.
Come funzionerebbe l’impianto?
“Abbiamo trovato una tecnologia chiamata “betch” : si tratta di una serie di tunnel collegati, nei quali vengono messi i rifiuti per 28 giorni a macerare. Poi comincia la filtrazione di biogas, che successivamente arriva ai motori endotermici e trasforma questa energia in energia elettrica”.
Perché dovrebbe essere considerato vantaggioso tutto ciò?
“Lo stato paga i certificati verdi a chi produce energia attraverso sostanze riciclabili. Inoltre non sarebbero più pagati i rifiuti alle due società di smaltimento.
E poi, soprattutto, sarebbe prodotta energia elettrica con un grande risparmio energetico complessivo”.
Quanti soldi verranno investiti e quando verrà realizzato il tutto?
“Saranno investiti attorno ai 10 milioni di euro. Per i tempi di realizzazione aspettiamo la delibera del Comune di Rovigo e poi si vedrà. C’è molto interesse a livello internazionale su questa produzione di biogas. Recuperare risorse dai rifiuti può diventare utilissimo per il futuro della Terra”.

ENRICO TURCATO

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento