Gite. Bicintreno a Pasquetta

Grande successo per l’ iniziativa “Bicintreno a Pasquetta” con la ciclo escursione ad Adria e Parco del Delta del Po organizzata dalle associazioni FIAB della Riviera del Brenta. Oltre 120 i partecipanti iscritti che hanno utilizzato un treno regionale della società Sistemi Territoriali, chiamato „Vacca Mora”, poichè in passato veniva utilizzato dagli operai che si recavano al lavoro a Porto Marghera provenendo dalle campagne di Venezia, Padova e Rovigo. ”Per la associazione Fiab- spiegano gli organizzatori – era la prima esperienza di Bici+Treno ed è stata una piacevole avventura per tutti che senz’altro ripeteremo. Purtroppo la capacità dei vagoni era solo di 120 posti bici ed abbiamo dovuto dire di no a moltissimi altri soci che non si sono prenotati in tempo. Unico piccolo rammarico: la Sistemi Territoriali non ha aderito a Bicintreno perciò abbiamo dovuto pagare il supplemento bici (2.60 euro)”. I soci Fiab di Mirano e Mira sono saliti alle stazioni intermedie di Oriago e di Mira Buse mentre quelli di Stra e Vigonovo sono saliti alla stazione di Bojon dopo avere percorso un tratto della sponda del fiume Brenta. “Una volta giunti ad Adria- continuano gli organizzatori – siamo stati scortati per un giro panoramico nel centro storico e fino alla località di Piantamelon da un gentile operatore della locale polizia municipale”. A Piantamelon il gruppo si è diviso in due parti alternando il percorso ciclabile di 20 km con la visita alla fattoria didattica Ca’ Vittorina dove è stato possibile visitare le piantagioni di erbette di campo e di lavanda oppure assistere alla produzione del sapone artigianale e consumare poi il pranzo al sacco, accompagnato da torte, vino e le immancabili uova. Il percorso ciclabile si è snodato per strade poco trafficate lungo il Canal Bianco fino a Cavanella PO e quindi sulla Destra Po fino a Bottrighe. Al ritorno ad Adria sosta per tutti davanti al Duomo con gelato con i partecipanti prima di riprendere il treno della „Vacca Mora” prenotato per il rientro.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Gite. Bicintreno a Pasquetta

Grande successo per l’ iniziativa “Bicintreno a Pasquetta” con la ciclo escursione ad Adria e Parco del Delta del Po organizzata dalle associazioni FIAB della Riviera del Brenta. Oltre 120 i partecipanti iscritti che hanno utilizzato un treno regionale della società Sistemi Territoriali, chiamato „Vacca Mora”, poichè in passato veniva utilizzato dagli operai che si recavano al lavoro a Porto Marghera provenendo dalle campagne di Venezia, Padova e Rovigo. ”Per la associazione Fiab- spiegano gli organizzatori – era la prima esperienza di Bici+Treno ed è stata una piacevole avventura per tutti che senz’altro ripeteremo. Purtroppo la capacità dei vagoni era solo di 120 posti bici ed abbiamo dovuto dire di no a moltissimi altri soci che non si sono prenotati in tempo. Unico piccolo rammarico: la Sistemi Territoriali non ha aderito a Bicintreno perciò abbiamo dovuto pagare il supplemento bici (2.60 euro)”. I soci Fiab di Mirano e Mira sono saliti alle stazioni intermedie di Oriago e di Mira Buse mentre quelli di Stra e Vigonovo sono saliti alla stazione di Bojon dopo avere percorso un tratto della sponda del fiume Brenta. “Una volta giunti ad Adria- continuano gli organizzatori – siamo stati scortati per un giro panoramico nel centro storico e fino alla località di Piantamelon da un gentile operatore della locale polizia municipale”. A Piantamelon il gruppo si è diviso in due parti alternando il percorso ciclabile di 20 km con la visita alla fattoria didattica Ca’ Vittorina dove è stato possibile visitare le piantagioni di erbette di campo e di lavanda oppure assistere alla produzione del sapone artigianale e consumare poi il pranzo al sacco, accompagnato da torte, vino e le immancabili uova. Il percorso ciclabile si è snodato per strade poco trafficate lungo il Canal Bianco fino a Cavanella PO e quindi sulla Destra Po fino a Bottrighe. Al ritorno ad Adria sosta per tutti davanti al Duomo con gelato con i partecipanti prima di riprendere il treno della „Vacca Mora” prenotato per il rientro.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Gite. Bicintreno a Pasquetta

Grande successo per l’ iniziativa “Bicintreno a Pasquetta” con la ciclo escursione ad Adria e Parco del Delta del Po organizzata dalle associazioni FIAB della Riviera del Brenta. Oltre 120 i partecipanti iscritti che hanno utilizzato un treno regionale della società Sistemi Territoriali, chiamato „Vacca Mora”, poichè in passato veniva utilizzato dagli operai che si recavano al lavoro a Porto Marghera provenendo dalle campagne di Venezia, Padova e Rovigo. ”Per la associazione Fiab- spiegano gli organizzatori – era la prima esperienza di Bici+Treno ed è stata una piacevole avventura per tutti che senz’altro ripeteremo. Purtroppo la capacità dei vagoni era solo di 120 posti bici ed abbiamo dovuto dire di no a moltissimi altri soci che non si sono prenotati in tempo. Unico piccolo rammarico: la Sistemi Territoriali non ha aderito a Bicintreno perciò abbiamo dovuto pagare il supplemento bici (2.60 euro)”. I soci Fiab di Mirano e Mira sono saliti alle stazioni intermedie di Oriago e di Mira Buse mentre quelli di Stra e Vigonovo sono saliti alla stazione di Bojon dopo avere percorso un tratto della sponda del fiume Brenta. “Una volta giunti ad Adria- continuano gli organizzatori – siamo stati scortati per un giro panoramico nel centro storico e fino alla località di Piantamelon da un gentile operatore della locale polizia municipale”. A Piantamelon il gruppo si è diviso in due parti alternando il percorso ciclabile di 20 km con la visita alla fattoria didattica Ca’ Vittorina dove è stato possibile visitare le piantagioni di erbette di campo e di lavanda oppure assistere alla produzione del sapone artigianale e consumare poi il pranzo al sacco, accompagnato da torte, vino e le immancabili uova. Il percorso ciclabile si è snodato per strade poco trafficate lungo il Canal Bianco fino a Cavanella PO e quindi sulla Destra Po fino a Bottrighe. Al ritorno ad Adria sosta per tutti davanti al Duomo con gelato con i partecipanti prima di riprendere il treno della „Vacca Mora” prenotato per il rientro.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Gite. Bicintreno a Pasquetta

Grande successo per l’ iniziativa “Bicintreno a Pasquetta” con la ciclo escursione ad Adria e Parco del Delta del Po organizzata dalle associazioni FIAB della Riviera del Brenta. Oltre 120 i partecipanti iscritti che hanno utilizzato un treno regionale della società Sistemi Territoriali, chiamato „Vacca Mora”, poichè in passato veniva utilizzato dagli operai che si recavano al lavoro a Porto Marghera provenendo dalle campagne di Venezia, Padova e Rovigo. ”Per la associazione Fiab- spiegano gli organizzatori – era la prima esperienza di Bici+Treno ed è stata una piacevole avventura per tutti che senz’altro ripeteremo. Purtroppo la capacità dei vagoni era solo di 120 posti bici ed abbiamo dovuto dire di no a moltissimi altri soci che non si sono prenotati in tempo. Unico piccolo rammarico: la Sistemi Territoriali non ha aderito a Bicintreno perciò abbiamo dovuto pagare il supplemento bici (2.60 euro)”. I soci Fiab di Mirano e Mira sono saliti alle stazioni intermedie di Oriago e di Mira Buse mentre quelli di Stra e Vigonovo sono saliti alla stazione di Bojon dopo avere percorso un tratto della sponda del fiume Brenta. “Una volta giunti ad Adria- continuano gli organizzatori – siamo stati scortati per un giro panoramico nel centro storico e fino alla località di Piantamelon da un gentile operatore della locale polizia municipale”. A Piantamelon il gruppo si è diviso in due parti alternando il percorso ciclabile di 20 km con la visita alla fattoria didattica Ca’ Vittorina dove è stato possibile visitare le piantagioni di erbette di campo e di lavanda oppure assistere alla produzione del sapone artigianale e consumare poi il pranzo al sacco, accompagnato da torte, vino e le immancabili uova. Il percorso ciclabile si è snodato per strade poco trafficate lungo il Canal Bianco fino a Cavanella PO e quindi sulla Destra Po fino a Bottrighe. Al ritorno ad Adria sosta per tutti davanti al Duomo con gelato con i partecipanti prima di riprendere il treno della „Vacca Mora” prenotato per il rientro.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Gite. Bicintreno a Pasquetta

Grande successo per l’ iniziativa “Bicintreno a Pasquetta” con la ciclo escursione ad Adria e Parco del Delta del Po organizzata dalle associazioni FIAB della Riviera del Brenta. Oltre 120 i partecipanti iscritti che hanno utilizzato un treno regionale della società Sistemi Territoriali, chiamato „Vacca Mora”, poichè in passato veniva utilizzato dagli operai che si recavano al lavoro a Porto Marghera provenendo dalle campagne di Venezia, Padova e Rovigo. ”Per la associazione Fiab- spiegano gli organizzatori – era la prima esperienza di Bici+Treno ed è stata una piacevole avventura per tutti che senz’altro ripeteremo. Purtroppo la capacità dei vagoni era solo di 120 posti bici ed abbiamo dovuto dire di no a moltissimi altri soci che non si sono prenotati in tempo. Unico piccolo rammarico: la Sistemi Territoriali non ha aderito a Bicintreno perciò abbiamo dovuto pagare il supplemento bici (2.60 euro)”. I soci Fiab di Mirano e Mira sono saliti alle stazioni intermedie di Oriago e di Mira Buse mentre quelli di Stra e Vigonovo sono saliti alla stazione di Bojon dopo avere percorso un tratto della sponda del fiume Brenta. “Una volta giunti ad Adria- continuano gli organizzatori – siamo stati scortati per un giro panoramico nel centro storico e fino alla località di Piantamelon da un gentile operatore della locale polizia municipale”. A Piantamelon il gruppo si è diviso in due parti alternando il percorso ciclabile di 20 km con la visita alla fattoria didattica Ca’ Vittorina dove è stato possibile visitare le piantagioni di erbette di campo e di lavanda oppure assistere alla produzione del sapone artigianale e consumare poi il pranzo al sacco, accompagnato da torte, vino e le immancabili uova. Il percorso ciclabile si è snodato per strade poco trafficate lungo il Canal Bianco fino a Cavanella PO e quindi sulla Destra Po fino a Bottrighe. Al ritorno ad Adria sosta per tutti davanti al Duomo con gelato con i partecipanti prima di riprendere il treno della „Vacca Mora” prenotato per il rientro.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento