I giochi sono fatti. Definiti i candidati a Palazzo Tassoni

La campagna elettorale è ormai entrata nel vivo, dopo che tutti gli accordi sono stati raggiunti. Alcune liste civiche e il centrosinistra godono di un vantaggio temporale, essendosi già presentati in marzo agli elettori, mentre il centrodestra ha aspettato la nascita del Pdl per formalizzare gli accordi, che forse erano già in essere, ma ai quali occorreva soltanto un “placet” definitivo. Più che altro forse si è trattato di una questione tra Pdl e Lega, che tuttavia ha trovato soluzione nelle ultime settimane di aprile. L’Italia dei Valori, guidata da Rosa Barzan, mantiene la sua autonomia dalle coalizioni, puntando ad esempio sul bilancio partecipato, una collaborazione fra cittadini ed istituzioni. Nonostante l’ipotesi di terzo polo, caldeggiata da formazioni di vario orientamento, che avrebbero voluto Antonio Lodo come candidato, l’Idv si è sempre discostata. La Sinistra Unita correrà anch’essa in solitaria con Pierluigi Tugnolo candidato sindaco, non sostenuto però dal Movimento per la Sinistra, che mantiene le distanze. Ultima novità sul fronte Patto per Adria di Spinello è l’ingresso nella coalizione della Liga Veneta di Comencini, formazione storica, non più in sintonia con la Lega. Quindi in ognuna delle due formazioni principali vi è un alleato che guarda alla autonomia territoriale. Il voto vedrà una frammentazione pesante al primo turno, con accorpamenti probabilmente inediti al ballottaggio.

RAFFAELE MORBIOLO

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento