Meno Tosap, più manifestazioni

Animare il paese, spesso disertato dai noventani, favorendo le manifestazioni. E’ con questo intento che l’amministrazione comunale ha deciso di rivedere un’imposta che grava sulle associazioni e sui gruppi che vogliono organizzare spettacoli ed iniziative pubbliche: la Tosap, la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, che rappresenta un costo non da poco per gli organizzatori. Finora il Comune applicava due differenti tariffe, una per le manifestazioni che si svolgevano nel centro cittadino ed una per quelle tenute fuori dal centro. Adesso, invece, l’amministrazione comunale ha deciso di agevolare le manifestazioni che si svolgono nelle aree verdi, sia in centro che in periferia, che in fondo non causano disturbo alla circolazione, facendo pagare solo il 30% della precedente tariffa. E se le manifestazioni vengono realizzate da associazioni già sostenute dal Comune, il costo della Tosap è ridotto all’osso. L’assessore al Bilancio Stefano Buffolo ha esemplificato l’applicazione della tariffa: per la Tosap si pagano 2,7 euro al metro quadrato in centro, se però è, ad esempio, la Pro Loco ad organizzare una festa, paga 0,41 euro in centro e 0,21 in periferia; se la manifestazione si svolge su un’area verde, paga solo 0,12 euro. Tra le aree verdi, sia attuali che di futura acquisizione, individuate per la riduzione della Tosap, ci sono il parco fluviale, gli impianti sportivi e le scuole, le zone verdi nelle località di Ca’ Memo, Romanziol e Santa Teresina, della zona industriale e di servizio dell’outlet. La possibilità che la decisione agevolasse l’outlet o la prossima festa estiva, “Rock & dock”, che si svolgerà nella zona industriale è stata evidenziata dai gruppi consiliari di minoranza, che hanno proposto di indicare le associazioni a cui applicare la riduzione, piuttosto delle aree. L’amministrazione comunale, precisando che sono già individuate le associazioni agevolate, che non svolgono iniziative a scopo di lucro, ha invece confermato la riduzione della Tosap per le aree verdi, escluse le zone cementate, strade comprese, confidando nella rivitalizzazione di zone alternative del paese.

EMANUELA FURLAN

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento