Restaurati i Magazzini del Sale

Venezia porta bene i suoi secoli, ma per mantenersi meglio, si rifà il look. Ad aprile si è concluso il restauro delle storiche mura del Magazzini del Sale alle Zattere. Magazzini che erano la porta verso l’Oriente di Venezia che qui stipava nel corso dei secoli questo prezioso elemento che poi vendeva nel resto del continente europeo. Ora sono destinati ad attività culturali e a laboratori della tradizione remiera veneziana. I lavori di restauro che sono durati 364 giorni, e costati poco più di 656 mila euro, sono stati eseguiti dalla Associazione temporanea di imprese Albino Trevisan.
Sulla copertura del Magazzino numero 1, lunga 67 metri e larga 9, l’intervento è consistito nel restauro delle 42 capriate e nel rifacimento con coppi del manto di copertura; le coperture e le 86 capriate dei Magazzini 2 e 3 sono state restaurate nel 2006, quelle del numero 4 in anni precedenti. Ma i lavori di recupero di questa storica area di Venezia non finiscono qui. E’ imminente l’avvio del restauro del numero 5, e in progettazione l’intervento al Magazzino 6.
Ma che tipo di intervento è stato fatto? Sulle murature perimetrali l’intervento è consistito nel restauro degli intonaci (800 metri quadrati) sulla facciata lato Canale della Giudecca. Nel dettaglio: in un restauro degli intonaci, circa 200 metri quadrati e in un intervento su gran parte della muratura in laterizio faccia vista 400 metri quadrati con stilatura delle fughe, sulla facciata lato rio de Ca’ Balà. Sul fronte Canale della Giudecca è stato restaurato e ripristinato il finto bugnato a marmorino. Ma non solo: è stata eseguita anche la manutenzione dei portali in legno, e gli elementi in ferro sono stati sottoposti a trattamento conservativo. “Questo importante intervento di riqualificazione del patrimonio storico — ha detto in una nota l’assessore provinciale Mara Rumiz — rientra nel più vasto complesso di riqualificazione di tutta l’area est di Dorsoduro, da Punta della Dogana alle Gallerie dell’Accademia”. Il Comune di Venezia ha grande interesse per la destinazione dei 9 Magazzini del Sale, che sono destinati ad attività culturali: Centro di arte contemporanea, Museo Vedova, Accademia di Belle Arti, spazi per la creatività giovanile. Altre aree, invece, sono in parte rivolte alle attività tradizionali veneziane, in particolare a quelle remiere.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento