Arriva la nuova aula polivalente

Il sindaco Paolo Bertoldo posa la prima pietra della nuova aula polivalente di Stigliano, ma sul mondo della scuola si scatena una bufera. Opposizioni all’attacco sul nuovo centro scolastico del capoluogo, che dovrebbe raggruppare tutte le classi del Comune. Un quinto dei consiglieri, tutti quelli di minoranza in pratica, hanno chiesto e ottenuto un Consiglio comunale straordinario per discutere di Piano di assetto del territorio, a cui il nuovo plesso sarebbe legato e di condizioni delle strutture scolastiche. Secondo gli esponenti di “Per crescere”, “Uniti per Santa Maria di Sala” e Lega Nord il progetto di centro scolastico è ancora al palo, mentre l’aumento demografico continua e le scuole delle frazioni richiedono opere di manutenzione inderogabili. “La giunta è in una posizione di non chiarezza — attacca Ugo Zamengo — quando invece l’incombenza dell’aumento della popolazione scolastica obbliga a scelte tempestive. Nelle more dei ritardi dell’approvazione del Pat noi proponiamo di ampliare il plesso che ospita le medie, come già deliberato dalla precedente giunta”. Anche Beatrice Damin denuncia la situazione di molte scuole, ma non risparmia critiche sulla gestione scolastica nemmeno alla precedente giunta Zamengo, mentre Pier Luigi Masiero della Lega punta sullo stato dei plessi: “I genitori sono preoccupati — afferma — basti pensare che nella scuola primaria del capoluogo il tetto appare visibilmente infossato per tutta la sua larghezza sul lato Nord. Un quadro allarmante condiviso anche dalla maggioranza, che però non fa nulla per intervenire con lavori urgenti di adeguamento normativo e messa in sicurezza”. Il Comune ribatte colpo su colpo: ricorda che il centro scolastico si farà e di pari passo, come spiegano sindaco e assessori, proseguirà anche la manutenzione delle scuole nelle frazioni. Già approvato il progetto definitivo di ristrutturazione e ampliamento della elementare di Sant’Angelo, partiti i lavori per quella di Stigliano. Alla “Don Gnocchi” sorgerà una sala polivalente con spogliatoi e servizi, che potrà essere utilizzata come palestra, anche per attività extrascolastiche e la nuova mensa. Un milione e 300 mila euro la spesa, per 400 giorni di lavoro che si con concluderanno a settembre 2010. La nuova struttura sorgerà ad Est della scuola, verso la Noalese, al posto della piastra di cemento utilizzata per la pallacanestro.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento