Bambini e anziani giocano insieme

Alcuni dicono che gli anziani ritornano bambini. Sarà per questo o per la simpatia reciproca che all’Ipab “A. Danielato” di Cavarzere, la “collaborazione” tra gli ospiti della struttura e i bambini della scuola Primaria “D. Alighieri” di Cavarzere ha realizzato un progetto intitolato “Giocando…da 0 a 90 anni”. Come si evince dal titolo, i piccoli hanno incontrato i nonni per farsi raccontare curiosità e…istruzioni, su come si giocava una volta, quando tutta la tecnologia di cui usufruiscono i bambini di oggi non c’era. Il progetto è partito nel mese di gennaio, attraverso una serie di incontri tra i nonni della residenza e i bambini, ma anche ricerche dei piccoli con interviste ai propri familiari. Ha partecipato attivamente al progetto anche il presidente dell’”Ipab” Amedeo Bernello, che ha messo a disposizione i propri giocattoli dell’infanzia costruiti a mano e disegni di giochi all’aperto di quasi cinquant’anni fa. Ha partecipato agli incontri anche Giorgio De Agostini che ha spiegato come si possono costruire gli aquiloni (che i nonni scherzosamente chiamano ancora i bacaà), insegnando anche la tecnica per farli volare. In questi momenti di incontro intergenerazionale, quindi, c’è stato spazio anche per la manualità, in cui nonni e bambini hanno potuto lavorare insieme per realizzare strumenti di gioco (tra l’altro in uno dei laboratori hanno costruito delle bambole di pezza). Ma i nonni della struttura non sono nuovi a questi incontri con i bambini: anche prima di Natale avevano collaborato con i bambini per realizzare delle decorazioni per gli alberi di Natale per la manifestazione “Natale è…anche solidarietà”. Ecco allora che nella giornata del 30 maggio scorso, incontro conclusivo del percorso, i bambini si sono sentiti raccontare ancora come si gioca al “gioco coi tappi”, a “campana”… e finalmente hanno messo in pratica tutti i racconti dei nonni sfidandosi a squadre nel giardino all’aperto, giocando al tiro alla fune, alla corsa coi sacchi, il tiro a canestro e hanno fatto anche volare i loro aquiloni. Dal progetto è nato anche un libro, dove oltre alle spiegazioni in dialetto dei vari giochi, si trovano anche filastrocche e “conte”, il tutto illustrato con i disegni dei bambini e le foto scattate durante gli incontri di questi mesi. I libri sono stati consegnati ai bambini delle scuole primarie di Cavarzere, agli anziani della struttura e, per chi lo desidera, è ancora disponibile qualche copia presso la residenza “A. Danielato”.

PAOLA TESON

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento