Ca’ Perale, accordo fra enti

Accordo di programma tra l’Autorità d’ambito territoriale ottimale “Venezia Ambiente” e Veritas per avviare rapidamente i lavori di messa in sicurezza e ricomposizione ambientale della discarica di Ca’ Perale, secondo il progetto definitivo approvato dalla Provincia. L’accordo è stato sottoscritto il 19 maggio scorso e sancisce che il contributo finanziario di oltre 4 milioni stanziato dalla Regione per la definitiva chiusura della discarica sia direttamente versato a Veritas così da accelerare le procedure per la gestione finale della discarica: Veritas per parte sua ha annunciato di aver già avviato l’esecuzione delle indagini integrative richieste dalla Provincia per determinare quale dovrà essere nel dettaglio la profondità del diaframma impermeabile che dovrà garantire lungo tutto il perimetro che non siano possibili fenomeni di dispersione di percolato dalla discarica stessa. Si avvia così ad una fase decisiva l’annosa e spinosa questione della discarica ai confini tra Mirano e Mira, dopo anni di polemiche e sospetti, fino all’arrivo del Passante che oggi lambisce le ex cave di rifiuti. Lo scorso anno, nel corso dei lavori della nuova autostrada vennero scoperti alcuni fenomeni di inquinamento ambientale legati alla vecchia discarica. Per questo il progetto di messa in sicurezza venne sottoposto a una specifica revisione. La cava è stata operativa dal 1991 al 1996 per tutti e diciassette i comuni dell’area del Miranese e della Riviera del Brenta, realizzata e gestita prima dal Co.Se.Te., poi dal Consorzio del Mirese, quindi dall’Acm e infine, per tutta la fase della messa in sicurezza dopo la chiusura dell’impianto, da Veritas. Proprio per garantire che quest’ultima parte di gestione post-operativa non subisca ritardi, i diciassette comuni, oggi all’interno dell’Autorità d’ambito “Venezia Ambiente”, hanno deciso di lasciare a Veritas il compito di predisporre le procedure di gara, poi affidare ed eseguire i necessari lavori, secondo quanto approvato dalla Conferenza dei servizi dello scorso febbraio e deliberato dalla Provincia. Soddisfazione per la firma dell’accordo è stata espressa dall’assessore provinciale alle Politiche ambientali Ezio Da Villa dell’amministrazione uscente, che ha sottolineato come la Provincia abbia così completato tutte le procedure che erano di sua competenza, auspicando che ora Veritas operi celermente impegnando i fondi già disponibili e i tempi dati per il progetto.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento