Chillemi ha vinto con il 63.98% dei voti

Con il 63.98% dei voti, Giovanni Chillemi ha stravinto le elezioni amministrative ad Ariano nel Polesine, confermandosi sindaco per la seconda volta. Nella precedente consultazione elettorale, quella del 2004, Chillemi aveva ottenuto il 49.02 % e 1620 voti. Attualmente i voti sono stati 1957, vale a dire 329 voti in più rispetto al 2004.
La vittoria di Giovanni Chillemi era nell’aria, anche perché il lavoro svolto nel corso dei cinque anni di sua amministrazione era ben visibile. Ha accettato l’incarico per la seconda legislatura e ora è sul piede di partenza per portare a termine l’intero programma presentato nel 2004 e affrontare le nuove realtà che si sono presentate ultimamente. Il Pd, invece, ha lasciato sul campo ben 511 voti, scendendo dal 38.43% al 24.81% e da 1270 voti a 759 voti. In paese, tenuto conto del forte impegno profuso, in modo particolare, da Marinella Mantovani, candidato a sindaco del comune e a consigliere provinciale, tutti erano convinti che il Pd aumentasse i suoi consensi. Invece l’accordo tra chi amministra il comune e il Pd. (se risulta vero), per la partecipazione di un candidato di quest’ultimo in giunta, denunciato da Rifondazione comunista, deve aver inciso notevolmente su di una parte dell’elettorato di sinistra. Si dice, infatti, che mentre gli ex (e non tutti) della “margherita” era favorevoli all’accordo, la stragrande maggioranza degli ex “diessini” si dicevano nettamente contrari.
La sinistra unita ha totalizzato 343 voti, pari all’11.21 per cento. Nella precedente tornata elettorale aveva ottenuto 415 voti, pari al 12.56 per cento. Ad Ariano, i partiti che hanno ottenuto una buona affermazione alle provinciali sono: Pdl voti 844, pari al 28.21%; Pd voti 801, pari 26.77%; Lega Nord voti 502, pari al 16.78%; Rifondazione comunista voti 285, pari al 9.53%; Udc voti 229, pari al 7.65% Il nuovo consiglio comunale risulta così composto: Giovanni Chillemi, sindaco; Virginia Taschini, preferenze 198; Carmen Maria Rita Mauri, 134 preferenze; Rino Cesellato detto Fabio 118; Greta Giolo 87; Michele De Agostani 80; Nicola Zanettin 53; Maura Anostini 44; Giglio Nonato 39; Rossano Marangoni 37; Sandro Telloli 36; Massimo Casetta 33; lista Pd: Marinella Mantovani, candidato a sindaco; Laura Modena, preferenze 59; Mara Santarato 58; Antonio Merli 32; lista Sinistra Unita: Oriana Girardi, candidato a sindaco. Si da per certo che Carmen Mauri sarà nominato vice sindaco, al posto di Carlo Orlandini, che non si è presentato.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento