Il ponte sul Brenta diventa fattibile

Via libera al ponte sul Brenta. Con la firma dell’accordo di programma per la realizzazione della struttura, inserita nell’intervento per lo sbarramento del cuneo salino alla foce, prende avvio la progettazione definitiva di un’opera di cui si parla da decenni. Sul piatto 22.800.000 euro stanziati da ministero dell’Agricoltura, Regione, Magistrato alle acque, Comune. Il ponte collegherà i due litorali di Sottomarina e Isola Verde evitando il transito per la Romea. Il progetto ha preso forma da un paio d’anni approfittando dell’intervento proposto dal Consorzio di bonifica Adige-Bacchiglione e finanziato dal ministero dell’Agricoltura (15 milioni di euro) per fermare la risalita del cuneo salino nell’asta del Brenta che compromette tutto il comprensorio agricolo. Ne fece il suo cavallo di battaglia nella campagna elettorale delle amministrative la lista civica “Forza Marina”, convinta che l’unione dei due litorali possa far nuovi slanci al turismo. “Quando questa giunta — racconta l’assessore regionale alla Mobilità, Renato Chisso — appena insediata due anni fa me l’ha proposto li ho presi per matti. Poi la determinazione nel portare in porto un progetto che francamente reputavo impossibile è prevalsa e oggi sigliamo l’accordo di programma. Le alternative viarie in una località come Chioggia, schiacciata dalla morsa del traffico, sono preziose. Servono soluzioni che permettano a chi si mette in viaggio di avere certezze sui tempi di arrivo”. La struttura nella parte mobile servirà a fermare l’intrusione del mare nell’acqua dolce, nella parte superiore saranno ricavate due corsie, una pista ciclabile e il marciapiedi, per una larghezza totale di 15 metri. “L’opera — spiega l’assessore alla Mobilità, Gian Paolo Convento – si inserisce nella viabilità locale grazie al collegamento con la nuova rotonda su cui si immette la nuova strada del Parco degli orti. I flussi di traffico si separeranno e non sarà necessario percorrere la Romea per raggiungere Isola Verde”. Il ponte si situa a 300-500 metri dal ponte della Romea. “L’accordo è la prima pietra del ponte — commenta il sindaco, Romano Tiozzo — Sottomarina e Isola Verde diventeranno un unico, lunghissimo, litorale. La parte sud della città avrà un notevole sviluppo. Sono già in corso i lavori per il marginamento dell’argine destro del Brenta dove si realizza una strada di 6.5 metri con pista ciclabile”. “Con lo sbarramento salino — spiega Graziano Tasinato, presidente del Consorzio di bonifica — permetteremo di poter utilizzare l’acqua del fiume per le irrigazioni e le produzioni agricole non saranno compromesse”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento