Interrogazione della senatrice Donaggio

La questione Vaschette torna in Parlamento. A riportarcela è la senatrice del Pd Franca Donaggio che chiede a Governo e Regione di accelerare l’operazione ed investire nella riqualificazione dell’area nuove risorse. Ma andiamo per ordine. La senatrice Donaggio già all’epoca del governo Prodi quando era sottosegretario al Welfare, riuscì ad inserire la riqualificazione delle vaschette all’interno della Legge Finanziaria. “Ho presentato una interrogazione parlamentare — spiega la senatrice Donaggio in una nota – che chiede al Governo di sollecitare la Regione Veneto a stanziare più fondi per il riassetto dell’intera area di Ca’ Emiliani. Il rischio in questo momento è che si proceda per fasi senza però che l’intera operazione sia coperta dal punto di vista economico. Se i palazzi verranno abbattuti e l’abbattimento tra l’altro procede a rilento a causa della mancanza di fondi regionali, l’area dovrà essere riqualificata con la realizzazione di nuova viabilità e verde attrezzato, subito dopo. Non accetteremo insomma che cumuli di macerie dei palazzi, parti di palazzi, o il vuoto, restino per anni, dove c’erano le degradate Vaschette“. Nei piani della giunta guidata dal sindaco Massimo Cacciari si pensa a buttare giù entro la fine dell’estate i primi tre edifici per dare un primo segno del decollo del piano di recupero. Poi le altre palazzine saranno eliminate appena ci saranno i finanziamenti regionali, necessari all’intera operazione che comprende anche la ricollocazione degli abitanti. “In questo periodo di crisi — conclude la Donaggio in una nota – sarebbe opportuno che l’operazione venisse portata a termine con un nuovo fondo ad hoc governativo“. L’interrogazione verrà discussa a luglio in Parlamento, ma intanto a favore della richiesta della senatrice si sono schierate la Municipalità di Marghera e il Comune che vogliono portare a compimento a più presto questa importante operazione urbanistica.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Interrogazione della senatrice Donaggio

La questione Vaschette torna in Parlamento. A riportarcela è la senatrice del Pd Franca Donaggio che chiede a Governo e Regione di accelerare l’operazione ed investire nella riqualificazione dell’area nuove risorse. Ma andiamo per ordine. La senatrice Donaggio già all’epoca del governo Prodi quando era sottosegretario al Welfare, riuscì ad inserire la riqualificazione delle vaschette all’interno della Legge Finanziaria. “Ho presentato una interrogazione parlamentare — spiega la senatrice Donaggio in una nota – che chiede al Governo di sollecitare la Regione Veneto a stanziare più fondi per il riassetto dell’intera area di Ca’ Emiliani. Il rischio in questo momento è che si proceda per fasi senza però che l’intera operazione sia coperta dal punto di vista economico. Se i palazzi verranno abbattuti e l’abbattimento tra l’altro procede a rilento a causa della mancanza di fondi regionali, l’area dovrà essere riqualificata con la realizzazione di nuova viabilità e verde attrezzato, subito dopo. Non accetteremo insomma che cumuli di macerie dei palazzi, parti di palazzi, o il vuoto, restino per anni, dove c’erano le degradate Vaschette“. Nei piani della giunta guidata dal sindaco Massimo Cacciari si pensa a buttare giù entro la fine dell’estate i primi tre edifici per dare un primo segno del decollo del piano di recupero. Poi le altre palazzine saranno eliminate appena ci saranno i finanziamenti regionali, necessari all’intera operazione che comprende anche la ricollocazione degli abitanti. “In questo periodo di crisi — conclude la Donaggio in una nota – sarebbe opportuno che l’operazione venisse portata a termine con un nuovo fondo ad hoc governativo“. L’interrogazione verrà discussa a luglio in Parlamento, ma intanto a favore della richiesta della senatrice si sono schierate la Municipalità di Marghera e il Comune che vogliono portare a compimento a più presto questa importante operazione urbanistica.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Interrogazione della senatrice Donaggio

La questione Vaschette torna in Parlamento. A riportarcela è la senatrice del Pd Franca Donaggio che chiede a Governo e Regione di accelerare l’operazione ed investire nella riqualificazione dell’area nuove risorse. Ma andiamo per ordine. La senatrice Donaggio già all’epoca del governo Prodi quando era sottosegretario al Welfare, riuscì ad inserire la riqualificazione delle vaschette all’interno della Legge Finanziaria. “Ho presentato una interrogazione parlamentare — spiega la senatrice Donaggio in una nota – che chiede al Governo di sollecitare la Regione Veneto a stanziare più fondi per il riassetto dell’intera area di Ca’ Emiliani. Il rischio in questo momento è che si proceda per fasi senza però che l’intera operazione sia coperta dal punto di vista economico. Se i palazzi verranno abbattuti e l’abbattimento tra l’altro procede a rilento a causa della mancanza di fondi regionali, l’area dovrà essere riqualificata con la realizzazione di nuova viabilità e verde attrezzato, subito dopo. Non accetteremo insomma che cumuli di macerie dei palazzi, parti di palazzi, o il vuoto, restino per anni, dove c’erano le degradate Vaschette“. Nei piani della giunta guidata dal sindaco Massimo Cacciari si pensa a buttare giù entro la fine dell’estate i primi tre edifici per dare un primo segno del decollo del piano di recupero. Poi le altre palazzine saranno eliminate appena ci saranno i finanziamenti regionali, necessari all’intera operazione che comprende anche la ricollocazione degli abitanti. “In questo periodo di crisi — conclude la Donaggio in una nota – sarebbe opportuno che l’operazione venisse portata a termine con un nuovo fondo ad hoc governativo“. L’interrogazione verrà discussa a luglio in Parlamento, ma intanto a favore della richiesta della senatrice si sono schierate la Municipalità di Marghera e il Comune che vogliono portare a compimento a più presto questa importante operazione urbanistica.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento

Interrogazione della senatrice Donaggio

La questione Vaschette torna in Parlamento. A riportarcela è la senatrice del Pd Franca Donaggio che chiede a Governo e Regione di accelerare l’operazione ed investire nella riqualificazione dell’area nuove risorse. Ma andiamo per ordine. La senatrice Donaggio già all’epoca del governo Prodi quando era sottosegretario al Welfare, riuscì ad inserire la riqualificazione delle vaschette all’interno della Legge Finanziaria. “Ho presentato una interrogazione parlamentare — spiega la senatrice Donaggio in una nota – che chiede al Governo di sollecitare la Regione Veneto a stanziare più fondi per il riassetto dell’intera area di Ca’ Emiliani. Il rischio in questo momento è che si proceda per fasi senza però che l’intera operazione sia coperta dal punto di vista economico. Se i palazzi verranno abbattuti e l’abbattimento tra l’altro procede a rilento a causa della mancanza di fondi regionali, l’area dovrà essere riqualificata con la realizzazione di nuova viabilità e verde attrezzato, subito dopo. Non accetteremo insomma che cumuli di macerie dei palazzi, parti di palazzi, o il vuoto, restino per anni, dove c’erano le degradate Vaschette“. Nei piani della giunta guidata dal sindaco Massimo Cacciari si pensa a buttare giù entro la fine dell’estate i primi tre edifici per dare un primo segno del decollo del piano di recupero. Poi le altre palazzine saranno eliminate appena ci saranno i finanziamenti regionali, necessari all’intera operazione che comprende anche la ricollocazione degli abitanti. “In questo periodo di crisi — conclude la Donaggio in una nota – sarebbe opportuno che l’operazione venisse portata a termine con un nuovo fondo ad hoc governativo“. L’interrogazione verrà discussa a luglio in Parlamento, ma intanto a favore della richiesta della senatrice si sono schierate la Municipalità di Marghera e il Comune che vogliono portare a compimento a più presto questa importante operazione urbanistica.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento