Meneghello nuovo sindaco con 26 voti su Pittarello

L’idea di una vittoria sul filo di lana era nell’aria, ma nessuno avrebbe mai pensato che Vittorio Meneghello sarebbe riuscito a spuntarla sulla candidata Anna Pittarello per soli ventisei voti. Ma la matematica, come si dice, non è un’opinione e, anche se amaramente, la Pittarello ha dovuto accettare la sconfitta della sua lista “Bovolenta Viva” che era riuscita in questi mesi a raccogliere molti consensi tanto che qualcuno l’aveva data per vincitrice certa.
Con 833 voti si è aggiudicato la fascia di sindaco “il delfino” di Antonio Sorgato, Vittorio Meneghello, 65 anni, ex dirigente industriale, già vicesindaco della precedente amministrazione guidata da Sorgato che è stato riconfermato consigliere e non si sa se avrà anche qualche impegno come assessore.
Per il neo sindaco: “Queste elezioni hanno dimostrato ancora una volta che a vincere è stata la professionalità e perché no la manifestata appartenenza al gruppo politico di centro- destra. Il nostro gruppo cercherà di valorizzare sempre più i giovani perché rappresentano il nostro futuro e per loro avrò sempre un occhio di riguardo, purchè in loro si manifesti l’umiltà di voler imparare. Il nostro impegno in questi cinque anni è di proseguire il cammino fin qui tracciato ultimando le grandi opere iniziate. Faccio riferimento alla bretella nord, alla possibilità di rendere navigabile il Bacchiglione da Bovolenta a Chioggia con una positiva ricaduta sulle attività del territorio, alla creazione di un micro asilo- nido e all’introduzione del bonus- bebè”.
Pur avendo elaborato la sconfitta, la Pittarello manifesta ancora una cocente delusione: “Il nostro è stato davvero un gran risultato, frutto di tanto lavoro mio e della mia lista. La gente ha voluto dare un segnale di cambiamento evidente. Il mio ringraziamento va alla mia squadra e ai miei 807 elettori che hanno creduto in me. Con una vittoria così risicata di Meneghello avrò più forza in consiglio comunale perché vado a rappresentare praticamente i suoi stessi elettori”.
Per la lista di centro- sinistra, “Lista Bonato per cambiare”, guidata appunto da Paolo Bonato non resta che accontentarsi di due seggi. “Sono contento del risultato e siamo fieri come lista di aver messo le basi per un progetto di ampio respiro – dice Bonato – per aver unito idee, persone e motivazioni. Bovolenta ha perso un’opportunità per cambiare, per rinnovarsi, iniziando una stagione di partecipazione, nella trasparenza e nella legalità. Lavoreremo comunque per far crescere il nostro paese che vorremmo attento ai bisogni reali delle persone e delle famiglie, in uno stile di relazioni che avvicini i cittadini alle istituzioni, riscoprendo il senso della partecipazione attraverso un reale dialogo/confronto, lavoreremo per un paese amico”. A completare la compagine amministrativa la nomina degli assessori durante il primo consiglio comunale.
Allo stato attuale si sa che il consiglio sarà composto da: Vittorio Meneghello, Antonio Sorgato, Emiliano Baessato, Maurizio Boccardo, Umberto Boldrin, Patrizio Borile, Giovanna Brigato, Giorgio Lovato, Franco Pellizza, Sandra Suman, Pietro Tangianu, Silvano Taschin. Tre i seggi appannaggio della lista “Bovolenta Viva” con Anna Pittarello, Roberto Gigli e Giampaolo Zanetti. Due i seggi per la lista di Bonato, con appunto Paolo Bonato e Roberto Vettorato.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento