Riapre via Taglio

Di nuovo le auto lungo il canale Taglio. La provinciale tra Mirano e Mira ha finalmente riaperto dopo mesi di lavori per la posa del ponte del Passante sopra gli argini. Tornano a respirare le attività produttive della zona industriale, rimaste isolate per mesi dal giro che conta. Boccata d’ossigeno anche per i pendolari che ogni giorno devono raggiungere la stazione di Mira-Mirano e per i residenti di via Porara, che per tutti questi mesi è rimasta di fatto l’unica alternativa possibile all’argine sinistro del canale, con ingorghi quasi quotidiani. Il nuovo sottopasso ridà continuità a via Taglio Sinistro, interrotta dallo scorso anno alla rotatoria di viale Venezia, verso Mirano. Dieci mesi fa per posare il ponte disegnato dallo studio Siviero, scavare il nuovo sottopasso e sistemare la viabilità provinciale in quel punto. Adesso si può di nuovo circolare. Sotto la nuova autostrada, via Taglio Sinistro devia verso l’esterno, staccandosi dagli argini del canale per prendere profondità, si abbassa sotto la nuova autostrada fino al piano campagna e risale poi sull’argine in direzione Marano. Sono state anche realizzate due piste a lato: quella verso il canale sarà riservata ai pedoni, dall’altra parte invece è stata realizzata una ciclabile che si raccorda alla provinciale seguendo la vecchia strada di cantiere, dietro la casa più prossima al Passante. Entrambe le piste mantengono una quota più alta rispetto alla strada, in modo da ridurre le pendenze per ciclisti e pedoni. La riapertura di via Taglio rappresenta una vera boccata d’ossigeno per le attività produttive della zona industriale, isolate da mesi a causa della chiusura della provinciale. Ne erano nate polemiche anche piuttosto forti, con attività che avevano denunciato un calo drastico di clienti o di commissioni, a causa dell’assenza di indicazioni chiare su come arrivare sul posto seguendo le deviazioni. Ma il sollievo sarà anche per i pendolari, costretti per tutto l’inverno a raggiungere la stazione ferroviaria di Marano attraverso via Porara: qui la strada era diventata negli ultimi tempi una vera e propria tangenziale, con code chilometriche che nell’orario di punta interessavano senza soluzione di continuità tutto il tratto da viale Venezia alla rotatoria di Vetrego, fino all’accesso dell’autostrada. A protestare erano stati in questo caso i residenti, costretti a convivere quotidianamente con una colonna di veicoli sotto casa. Adesso il traffico tra Mira e Mirano può essere distribuito tra via Porara e via Taglio, liberando così almeno in parte la strada verso Vetrego.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento