Sabrina Rampin ha scelto la sua giunta

Con il primo consiglio comunale tenutosi a metà giugno, la nuova composizione della squadra amministrativa a Polverara è stata ufficializzata.
Sono 10 in tutto i membri della maggioranza guidata dal neosindaco Sabrina Rampin, la cui lista “Bertipaglia” si è imposta con il 55,71 % di preferenze su “Insieme per Polverara” di Marta Melina (22,85%) — alla quale sono spettati due seggi – e su “Polverara cambia” di Francesca Fasolo (21,42%) — due i seggi anche per quest’ultima.
Il nuovo team amministrativo spicca per una rilevante (il 50%) componente giovane. Solo nella ristretta giunta a 5, gli assessori ventenni sono la maggioranza: Chiara Negrato (21 anni) con incarico esterno e delega ai rapporti con la frazione di Isola dell’Abbà e alle Pari opportunità, Alice Salmistraro (24 anni) alla Cultura e protezione civile e Andrea Zagolin (27 anni) con delega allo Sport, politiche giovanili, rapporti con le associazioni, energie rinnovabili, nuove tecnologie e videosorveglianza.
Al vicesindaco Olindo Bertipaglia (che con i suoi 58 anni “alza la media”) le deleghe all’Urbanistica, lavori pubblici e edilizia privata, viabilità, personale e del “marchio gallina Polverara”, ormai un must di promozione per il paese da meritare tanta attenzione anche sul piano amministrativo. Al sindaco Rampin (37 anni, da 10 assessore e vicesindaco in paese) le altre importanti deleghe rimaste, alcune di queste affidate alla collaborazione dei 5 consiglieri: Chiara Bozzolan (21 anni) al Tempo libero e attività ricreative, Andrea Giraldin (25 anni) alle Manifestazioni ed eventi, tradizioni del territorio, Simone Coccato (31 anni) al Verde pubblico e risparmio energetico, Michelangelo Bellesso (43 anni) alle Attività produttive, orientamento scolastico e attività musicali e Giovanni Colucci (68 anni) alle Politiche della terza età, famiglia e ai rapporti con i cittadini. Una media anagrafica che si ferma a 35,5 anni. Una delle più basse, se non la più bassa in assoluto, tra le amministrazioni del padovano, con il 50%, tra consiglieri e assessori, “under 30”. Anzi, tra i 21 e i 27 anni, a voler mettere i puntini sulle “i”.
All’opposizione, per “Insieme per Polverara” troviamo Marta Melina e Maurizio Buischio. Per “Polverara cambia” Francesca Fasolo ed Enrico Sturaro.
Gloria Cesarotto. “Sono molto contenta e orgogliosa del risultato ottenuto in queste elezioni — ha dichiarato il neosindaco Sabrina Rampin, già vice nella scorsa amministrazione, in occasione del suo giuramento in consiglio -. 1126 voti nonostante le tre liste, con il triplo di preferenze rispetto alle altre due candidate a sindaco. Una conferma che il lavoro fatto in questi dieci anni è stato apprezzato dalla cittadinanza.
Daremo prontamente avvio alla Bretella sud, alla palestra e ad altre opere importanti nel nostro comune, così come a quelle che non erano ancora iniziate a causa dell’uscita di qualche consigliere di maggioranza che ha pensato non al bene della comunità, ma alle proprie aspirazioni personali”.
Rampin chiosa quindi con una secca frecciata agli ex assessori usciti dalla giunta Bertipaglia a pochi mesi e settimane dal rinnovo elettorale.
Dall’opposizione, l’ex alleata Marta Melina — la cui lista è risultata la più apprezzata dagli elettori della piccola frazione di Isola dell’Abbà con 64 preferenze, contro le 43 di “Polverara cambia” e le 37 della lista “Bertipaglia” — ha così commentato i responsi delle urne: “A Isola abbiamo conquistato la maggioranza degli elettori e siamo contenti del risultato raggiunto in un mese scarso di campagna elettorale, abbiamo iniziato tardi. Il nostro impegno continua in opposizione.
Monitoreremo l’operato della maggioranza, faremo un’opposizione costruttiva ma coerente con le idee proposte in programma”.
Già nelle file dell’opposizione dalla scorsa amministrazione, chiude il cerchio dei commenti Francesca Fasolo: “Prendiamo atto che la maggioranza rimane all’amministrazione uscente, anche se la somma dei risultati delle due liste di minoranza danno un chiaro segnale che c’è stato un netto ridimensionamento dello straconsenso registrato da Bertipaglia alle precedenti elezioni (il 74,88% nel 2004, ndr)”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento