Scarabello conquista il secondo mandato

Tanto baccano per nulla. Potrebbe essere chiosata così la vicenda che ha visto negli ultimi mesi la spaccatura del gruppo di Gelindo Merlin dalla maggioranza consigliare. Scarabello ce l’ha fatta ancora e con un vantaggio enorme sul suo “ex padrino” Merlin che ha dovuto accontentarsi di un sonoro ultimo posto in classifica con 403 voti.
Scarabello si riconferma alla guida della comunità di Agna, forte di ben 804 consensi che lo tengono ben staccato dalla seconda lista “Crescere e rinnovare insieme” guidata dal giovane Alberto Moretto. Scarabello, 52 anni, direttore amministrativo, non ha partecipato alla febbricitante giornata dello spoglio, e ha preferito essere avvertito a distanza dai suoi fedelissimi del grande risultato raggiunto. In effetti, il primo cittadino può contare su un gruppo davvero ben radicato sul territorio che come una macchina da guerra è riuscito a mietere consensi un po’ in tutte le aree del paese.
“Il risultato ha superato sicuramente le mie aspettative e un doveroso grazie va rivolto a tutti i cittadini e alla mia squadra. Gli elettori hanno deciso di dare fiducia al nostro progetto di continuità amministrativa, un progetto che ha sempre puntato alla concretezza di realizzazione senza promettere voli pindarici. Ci siamo presentati senza ripescaggi antichi e la gente ci ha preferito ad altre squadre un po’ azzardate. All’inizio c’era il pericolo che la scissione del centro-destra in tre gruppi potesse dare una mano alla sinistra nella vittoria, ma così non è stato”.
Pur se con amarezza, Alberto Moretto può andare ben fiero del secondo piazzamento raggiunto: “Immensa felicità e stupore. Sono questi i sentimenti dopo lo scrutinio, le liste che temevo di più sono arrivate terze e quarte e le ho allungate discretamente. A Scarabello faccio i miei complimenti. Stare abbondantemente davanti a cavalli di razza come Merlin e Zanellato mi fa sperare che Agna piano, piano stia cambiando. Certo competere con il sindaco uscente è sempre difficile ma si è visto che ben 1400 persone non lo hanno votato, scontente del suo pessimo operato. Ora non voglio più sentire nessuno lamentarsi, perché ai cittadini era stata data la possibilità di cambiare. Certo il personalismo di Merlin ha ucciso la possibilità di portare a casa il risultato. Grazie infinite ancora a chi mi ha votato: vigilerò e continuerò nella missione di portare trasparenza, sincerità e una politica di squadra per un paese competitivo e più vivibile”.
Pur tra tre litiganti di centro-destra non è riuscita a sfondare la lista “Agna Solidale” guidata da Giacomo Zanellato: “Sicuramente il risultato delle urne non corrisponde alle nostre aspettative ma quello che si vede è che i voti si sono spostati a livello politico. La lista di Scarabello ha convogliato molti voti della Lega e del Pdl sulla scia del risultato politico nazionale. Ci rammarica constatare che la gente si è dimenticata di quelli che sono i reali problemi del paese (vedi cimitero ecc.) e ha preferito dare fiducia al passato anziché lanciarsi in un nuovo futuro. Ne prendiamo atto e continuiamo nel nostro operato come opposizione”.
Senza rinnegare la scelta compiuta, Gelindo Merlin ringrazia i suoi fedelissimi elettori ai quali deve questo ennesimo successo personale, dopo più di venticinque anni passati in municipio. Il consiglio comunale sarà ora composto da: Giannicola Scarabello, Gianluca Piva, Fabio Perosin, Claudia Vettorato, Cristina Grazian, Gabriele Pastore, Stefano Padoan, Claudio Gobbo, Tiziano Sgrinzato, Roberto Marangon, Alberto Mazza, Maria Cristina Tescaro, Alberto Moretto, Emanuele Boetto, Giacomo Zanellato, Massimo Bertazzo, Gelindo Merlin(dimissionario, lascia il posto ad Andrea Pometto).

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento