Stra sceglie Mario Collini, imprenditore calzaturiero

Un nuovo sindaco si è insediato a Stra. Nel comune della calzatura rivierasca a spuntarla è stato Mario Collini, 61 anni imprenditore nel settore della moda e proprio della calzatura, che era il rappresentante della lista “Stra Rialzati”, appoggiata dal Pdl e dalla Lega Nord, ha ottenuto infatti 1727 preferenze pari il 36,98 per cento che gli hanno portato in carico undici consiglieri comunali. Seconda, distanziata di 7 punti percentuali, è Caterina Cacciavillani della lista civica “Strada Comune” che ha ottenuto 1351 preferenze con 3 consiglieri comunali. Il terzo è stato Pietro Stefani (Progetto Civico) che ha ottenuto 726 preferenze con una percentuale del 15,53 che lo fa eleggere in consiglio come unico consigliere della propria lista. Walter Franco (Stra centrosiniStra) ha avuto 683 preferenze, 14,63 per cento, con un consigliere mentre Marco Bullo (Un’idea per Stra) ha ottenuto 183 voti con una percentuale del 3,92. Anche a Stra si è sentito il trend delle elezioni Europee e Provinciali con il centrodestra che ha aumentato le proprie preferenze. Mario Collini succede come sindaco al commissario prefettizio Piera Bumma che aveva governato il comune nell’ultimo anno dopo le dimissioni della metà più uno dei consiglieri comunali che aveva fatto decadere il sindaco Ernestino Canton. Emozionato ma molto pacato è il neosindaco Mario Collini. “Sono molto soddisfatto — esordisce il sindaco — abbiamo fatto un patto con i cittadini e vogliamo rispettarlo. Sarò il sindaco di tutti e sarò presente sempre”. Sono molti i progetti nella tabella di lavoro del nuovo sindaco di Stra. “Il punto principale — prosegue Collini — sarà la sicurezza dei cittadini così come recitava il nostro slogan. Per questo lavoreremo sodo per l’ampliamento della caserma dei Carabinieri. Vogliamo anche migliorare la viabilità che è un tema molto scottate”.Collini guarda con un occhio di riguardo ai centri di Stra, Paluello e San Pietro. “Avremo grande attenzione per i centri storici del nostro comune. Proprio per questo vogliamo rivitalizzarli e ridare vita alle nostre piazze costruendo marciapiedi e potenziando l’illuminazione”. Si passa poi ad altri lavori pubblici. “Realizzeremo la scuola materna a Stra e lavoreremo per il miglioramento delle altre strutture. Vogliamo progettare subito molto opere per poi andare in cerca di finanziamenti a livello europeo e regionale mantenendo un occhio di riguardo al bilancio comunale. Abbiamo già avuto conferma da parte della Regione che i progetti già previsti non subiranno ritardi o decurtamento di finanziamenti”. Mario Collini non dimentica poi la cultura, il turismo e l’imprenditoria locale. “Lavorerò per potenziare questi tre ambiti e per far tornare Stra il comune centrale della Riviera del Brenta”. Tra i candidato consiglieri comunali spicca il risultato di Maricla Sartori che ha ottenuto 174 voti seguita da Pino Cavallin 111 voti. Tra gli esclusi spicca l’ex sindaco Ernestino Canton e i membri della lista “Un’idea per Stra”. Questo è il nuovo consiglio comunale. Sindaco: Mario Collini. Maggioranza: Edoardo Agostini, Andrea Bedon, Giuseppe Cavallin, Antonino Ciappa, Michele Doro, Mattia Moro, Lucio Ruzzante, Maricla Sartori, Luca Smagliato, Stefano Valentini, Bruno Zandarin. Minoranza: Caterina Cacciavillani, Mario Ferraresso, Massimiliano Taci, Pietro Stefani, Walter Franco.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento