Un accordo in favore della prevenzione

È stato firmato nella sede dell’Acrib di via Mazzini a Stra, un importante accordo tra Inail (Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) e l’associazione rivierasca dei calzaturieri, riguardante la “Sicurezza e il recupero lavorativo degli invalidi”. L’esperimento dell’anno scorso che ha visto la partecipazione di venti imprese, prevede ora il graduale e complessivo coinvolgimento di altre settecento aziende. La quota economica necessaria per il prossimo biennio (400mila euro) sarà sostenuta in parti eguali da Acrib e Inail. “L’obiettivo – ha sottolineato il direttore dell’Inail Pietro Paone – sarà quello di invitare le aziende ad andare oltre la mera applicazione della normativa sulla sicurezza, attraverso la ricerca di strumenti di formazione semplici, agevolmente divulgabili e di facile comprensione, coinvolgendo ovviamente il personale”. L’operazione è frutto di un grosso investimento. “Abbiamo investito in questa collaborazione – ha aggiunto Paone – sicuri che da essa potrà scaturire un modello esportabile ad altri settori”. L’importante novità di questo nuovo progetto è rappresentata da una specifica azione mirata al reinserimento lavorativo dei disabili attraverso azioni specifiche che puntano alla riabilitazione e all’integrazione quali l’abbattimento delle barriere architettoniche, la formazione, progetti su misura ed altro ancora. “Se da un lato – ha sottolineato Giuseppe Baiardo, presidente dell’Acrib – la cultura della prevenzione, salute e sicurezza appartengono da sempre al nostro distretto, va anche detto che da qualche anno è cresciuta la qualificazione degli interventi grazie alla collaborazione con l’Inail. Sul tema degli invalidi ed il loro recupero abbiamo esperienze ventennali e disponiamo di una compagine associativa che ha nel proprio Dna la solidarietà”. Franco Ballin vice presidente dell’Anci ha ribadito che i risultati ottenuti nella Riviera del Brenta sono dovuti alla capacità di fare squadra. Il convegno è stato concluso da intervento di Francesco Borga, direttore generale di Confindustria del Veneto che ha rilevato l’importanza di questo accordo. “In una zona come la Riviera dove la differenza viene fatta dalla qualità del lavoro e non tanto la quantità, è importantissima la firma di un accordo di questo tipo”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento