Sindaci al lavoro con la giunta

Archiviata la competizione elettorale i nuovi sindaci sono già al lavoro con la squadra degli assessori. A Candiana quattro assessori affiancano il neo sindaco Andrea De Marchi nell’attività amministrativa. La composizione della giunta è stata comunicata durante il primo consiglio comunale con l’insediamento del sindaco e degli amministratori. A ricoprire il ruolo di vicesindaco Giamapolo Venturato, già assessore nella giunta Brazzo prima della rottura che ha portato alla formazione del gruppo che si è imposto alle elezioni. Seguirà l’assessorato bilancio e tributi. Si occuperà di ecologia, ambiente, commercio, agricoltura e attività produttive Fabrizio Guasti, mentre a Claudio Colombara vanno le competenze delle politiche sociali e della sicurezza. Valentina Greggio è assessore alla cultura, allo sport, all’istruzione, alle politiche giovanili e all’associazionismo. Il sindaco De Marchi tiene per sè le competenze su lavori pubblici, edilizia privata e personale. Il consiglio comunale vede fra i banchi dell’opposizione i due ex sindaci: Chiara Brazzo, sconfitta da De Marchi, e il predecessore Robertino Scapolo, nell’ultima tornata vicesindaco. Facile prevedere già a partite dalle prossime settimane un vivace scambio di opinioni fra il gruppo degli ex amministratori e gli alleati di un tempo, ora al governo.
A Bagnoli volti nuovi e più giovani nel consiglio comunale. Si abbassa anche l’età media della giunta guidata dal sindaco Mario Rasi, che torna ad indossare la fascia tricolore per la terza volta dopo una parentesi di cinque anni. Al suo fianco il vicesindaco Mara Capuzzo, che si occuperà di politiche sociali. Unico assessore riconfermato è Maria Teresa Bortolato Finco che continua a seguire cultura e istruzione. Si occuperà invece di marketing territoriale e turismo la giovane Silvia Vignato, che nella frazione di San Siro ha raccolto il maggior numeri di preferenze personali. A Titolivio Armani l’assessorato ai lavori pubblici mentre Paolino Zanellato seguirà il bilancio, l’agricoltura e l’ambiente. Tutte le altre competenze, fra cui gli affari generali, il lavoro pubblici, l’edilizia privata, lo sport restano al sindaco. Dopo il giuramento Rasi ha letto gli indirizzi di governo ispirati al programma amministrativo. Novità fra i banchi dell’opposizione, dove Isabella Ragazzo della lista “Terra” ha rassegnato le dimissioni, per motivi personali e professionali, lasciando il posto a Nadio Codemo. Congedandosi è tornata sulla campagna elettorale: “E’ stato detto che in caso di una nostra vittoria avremo chiuso le materne e il nido gestito dalle suore, una falsità. Quanto alle nostre affermazioni su Rasi si basano su atti e documenti di dominio pubblico”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento