Trionfano i sapori del mare e la tradizione

Una festa per i chioggiotti ma anche, e sempre più, un’attrazione per i turisti. La settantaduesima edizione della Sagra del pesce di Chioggia, dedicata ai sapori del mare e della laguna e alle tradizioni marinare della città, è stata un successo con le sue oltre100mila presenze in 10 giorni.
Dalla sera del 10 fino a quella del 19 luglio per la città è stato un trionfo di profumi e sapori con i sei stand allestiti lungo Corso del Popolo, presi d’assalto così come i circa trenta ristoranti e i pubblici esercizi del centro storico.
Quest’anno le proposte eno-gastronomiche, oltre a puntare sulle specialità più conosciute e apprezzate, sono state caratterizzate da un’accurata ricerca sia in termini di fantasia e varietà ma anche sul piano culturale e della salute. Tutte le sere è stato infatti proposto il cosiddetto Menu del cuore, con ricette a base soprattutto di pesce azzurro, ma anche una serie di piatti recuperati da antiche tradizioni.
La Sagra del pesce è stata anche una bella occasione conviviale per 130 sindaci delle realtà venete che hanno aderito all’invito del primo cittadino di Chioggia Romano Tiozzo e la sera del 16 luglio si sono trovati tutti al ribattezzato “Campo dei sindaci”, ospiti dello stand degli Scout del Masci.
Particolarmente suggestiva la serata del 17 luglio dedicata al Premio “Adriatico, un mare di pace”, momento di incontro sui temi della cooperazione transfrontaliera nato con l’obiettivo di rafforzare i legami con le altre realtà adriatiche.
E poi tutte le sere eventi e originali performance come lo spettacolo itinerante di teatro-danza “La gestualità delle donne nostre” che si è svolto nel suggestivo scenario naturale della città. E poi ancora il concerto di Enrico Nordio, le commedie goldoniane e, per i più piccoli, il “Tour dei cuccioli”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento