Contro i “falsari”, i nuovi permessi

Non può essere fotografato, né fotocopiato e tanto meno scansionato: in pratica non può essere duplicato in nessun modo. E’ il bollino anticontraffazione che si trova apposto nei nuovi pass per il parcheggio invalidi. Una misura adottata per contrastare il fenomeno della falsificazione dei permessi invalidi per la circolazione e la sosta. Dal 1 settembre dunque il vecchio contrassegno non è più utilizzabile e dev’essere sostituito dal nuovo, con l’ologramma adesivo, che il Comune ha provveduto a distribuire nelle scorse settimane, inviandolo direttamente al domicilio degli interessati.
“Erano sempre più numerosi i casi di disabili che trovavano il posto macchina occupato da persone che avendo contraffatto il contrassegno di parcheggio invalidi, utilizzano impunemente i posti riservati ai disabili con difficoltà motoria. — spiega l’assessore ai Servizi sociali Riccardo Rossi – Si era reso indispensabile limitare e possibilmente eliminare il fenomeno di falsificazione dei permessi in questione“.
L’Amministrazione comunale ha così deciso di adottare un nuovo regolamento che ha consentito di modificare il tagliando di permesso con un adesivo olografico di sicurezza, un bollino fatto di un materiale speciale impossibile da duplicare.
“Grazie all’immediata riconoscibilità del bollino olografico l’attività di controllo da parte dei Vigili urbani risulterà molto più semplice, rapida ed efficiente e sarà agevolata anche dalla dotazione di un nuovo software, realizzato da personale interno dei Servizi sociali, che consente la gestione del database dei contrassegni invalidi e la consultazione in rete anche dagli operatori dei Servizi della Polizia locale, – spiega l’assessore – che potranno accedere in tempo reale alle informazioni relative alle autorizzazioni rilasciate per le operazioni di controllo e verifica”.
Si fa presente che anche i contrassegni già in circolazione devono essere aggiornati con il bollino.
Per quanto riguarda il rilascio dei contrassegni di nuova emissione, l’amministrazione assicura tempi più rapidi e procedure più snelle. In pratica sarà sufficiente presentarsi allo Sportello dei Servizi sociali con la certificazione dell’invalidità per ottenere l’immediato rilascio del contrassegno.

ORNELLA JOVANE

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento