La città cambia volto

Monselice cambia volto. Con un profondo lifting, la cittadina della Rocca si prepara ad affrontare l’autunno. Sono previsti cantieri in tutto il territorio comunale, compresa l’agognata via 28 aprile.
LE STRADE Si parte con il rifacimento del manto stradale in Rivera Belzoni, via Teatro e via San Luigi dove è stata necessaria una fresatura per mantenere l’attuale livello della strada. Per via San Luigi è prevista anche la sistemazione del collegamento con i vicoli della Rocca e del marciapiede in trachite. Via Carrubbio sarà riasfaltata dall’incrocio con via Corner alla scuola Zanellato. Le vie Pigafetta, Emo e De Conti verranno ribitumate. Nuovo manto stradale anche per via Rialto, piazza Venezia e tratti di via Burano, via Moralediemo, via Vetta e viale Tre Venezie. Il piano dei lavori prevede inoltre la sistemazione di alcune strade bianche comunali e lo scavo di tratti di fossi in via Savellon Molini, via Vetta, via Stradella e via Carpenedo. Il tutto con una spesa complessiva che si aggira intorno ai 600 mila euro.
VIA XVIII APRILE Ancora qualche mese e inizieranno i lavori. Con un accordo con il Cvs, il Comune metterà a nuovo il manto stradale e i sottoservizi per un importo complessivo di 1 milione e 200 mila euro. La sede stradale sarà abbassata e dall’inizio dei lavori, la via rimarrà chiusa al traffico per 6 mesi.
LA LOGGETTA Finito il primo stralcio di lavori, la Loggetta torna a mostrarsi al pubblico. L’intervento ha interessato il tetto e la facciata che ha richiesto una particolare malta fina per un importo di 250 mila euro. Il secondo stralcio partirà a breve e servirà a sistemare la pavimentazione e il nuovo ascensore, con una spesa di 570 mila euro.
L’EX PESCHERIA E’ andato deserto il bando per la ristrutturazione dell’ex Pescheria di via Zanellato. Per la sistemazione dello storico edificio, l’amministrazione aveva pensato alla formula del project financing. Ma i privati devono aver pensato che i 560 mila euro richiesti fossero un po’ troppi. Così Andrea Tasinato, assessore ai lavori pubblici, sta studiando un’altra formula più conveniente per gli investitori.
L’idea iniziale prevedeva la realizzazione di un bar di “lusso” come il Pedrocchi. Ma il mercato sembra andare nella direzione opposta e nel prossimo bando non è esclusa l’apertura ad altre attività oltre alla ristorazione.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento