Massimiliano Tiozzo (Pdl): “Le risorse del Piano casa”

Il consigliere del Pd, Maurizio Salvagno, anch’egli membro della quarta commissione rilancia sul tema lavoro: “In questo momento di crisi la politica locale può rappresentare quel volano in grado di rilanciare l’economia della città: interventi mirati ed efficaci possono infatti portare alla creazione di nuovi posti di lavoro. Chioggia possiede numerose attività economiche ed ancor più opportunità commerciali. Gli incentivi sui quali puntare possono interessare direttamente il mondo del lavoro, come ad esempio la messa a disposizione di nuove e più funzionali strutture, vedi gli ultimi sforzi per il nuovo mercato ortofrutticolo, o indirettamente, andando ad agevolare quei soggetti che poi facciano girare l’economia locale. Le famiglie giovani sono tra questi soggetti, il primo tesoro che Chioggia deve tenersi stretta. Anche uno sviluppo del secondario può portare a nuove figure professionali: il turismo a Sottomarina anche nei mesi meno caldi è sicuramente un punto sul quale riflettere, magari utilizzando la sabbia della spiaggia, ovviamente riscaldata, per finalità terapeutiche. Ogni amministratore della città e dei vari enti pubblici sovracomunali, ciascuno con i propri compiti e responsabilità, ha l’occasione oggi di mettere Chioggia nelle condizioni di uscire dalla crisi. La figura dell’amministratore infatti si avvicina oggi molto di più a quella di un manager piuttosto che a quella di un burocrate. Altro punto da non tralasciare è il rispetto da parte dell’amministrazione comunale dei termini di pagamenti verso le aziende che, sotto varie forme istituzionali, rendono servizi alla città. È doveroso ricordarlo perché non sempre questi tempi vengono rispettati, e di conseguenza i ritardi impediscono alle persone che lavorano in queste aziende di mettere poi in circolo la ricchezza”. Sulla stessa lunghezza d’onda riprende il consigliere Massimiliano Tiozzo, presidente della quarta commissione: “In prospettiva, indubbiamente un rilancio occupazionale può passare dal nuovo impulso al settore dell’edilizia che può venire dalle norme nazionali e regionali (Piano casa) e dalla strumentazione urbanistica oggi finalmente disponibile (Prg). Se riparte l’edilizia riparte anche la piccola impresa artigiana, spina dorsale della nostra economia cittadina e tipico possibile esempio del percorso formazione-apprendistato-lavoro cui si accennava precedentemente”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento