Micro credito sociale dalla Bcc in accordo con i Comuni

Anche il mondo del credito scende in campo per far fronte alla crisi e si allea con i Comuni. E’ il caso della Banca di Credito Cooperativo di Cartura che ha ideato un piccolo prestito fino a 5 mila euro, rateizzabile fino a 48 mesi senza interessi e senza spese bancarie, per le famiglie con difficoltà economiche e alle prese con eventi straordinari come problemi di salute, la separazione, un lutto, la perdita del lavoro.
La banca interviene con il prestito esclusivamente su segnalazione del Comune, che potrà indicare quali sono i nuclei famigliari bisognosi di un piccolo ma concreto aiuto economico. Le settimane scorse il presidente della Bcc Mario Sarti ha sottoscritto la convenzione con alcuni sindaci del territorio, da Candiana a Bovolenta a Maserà. Il “microcredito sociale” arriva dopo una analoga iniziativa di un paio d’anni fa quando la banca aveva destinato un plafond da un milione di euro in piccoli prestiti senza interessi.
“Vogliamo prevenire fenomeni come l’assistenzialismo ma anche l’usura, un rischio sempre in agguato per chi si trova in un momento difficile, e quindi dare una risposta immediata alle famiglie che necessitano di un po’ di liquidità. – afferma Mario Sarti, presidente della Bcc di Cartura – Siamo pronti a siglare le convenzioni con tutti i Comuni della nostra area di competenza e abbiamo scelto questa formula proprio per dare una maggiore garanzia di servizio pubblico del “microcredito sociale”. Gli amministratori e gli operatori comunali ben conoscono infatti quali sono le necessità e le emergenze sociali nel proprio territorio e possono intervenire tempestivamente con una risposta immediata”.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento